SALONE NAUTICO DI GENOVA

GENOVA, 14 SET - La nautica a 360 gradi in un unico contesto: 800 espositori, 1000 imbarcazioni esposte su 180.000 mq di superficie di cui 100.000 in acqua.
E' il Salone nautico internazionale di Genova, il più completo per varietà di tipologie merceologiche rappresentate.
Dal 20 al 25 settembre, la 56ma edizione della rassegna, anticipata rispetto alle edizioni passate che si svolgevano in ottobre, offre agli amanti del mare un'occasione unica per vivere l'emozione di scegliere la barca, insieme alla più vasta gamma di accessori, componentistica e abbigliamento tecnico.
Assenti i grandi marchi quali Azimut e Ferretti, ma presenti tanti cantieri stranieri e italiani, alcuni di ritorno a Genova dopo anni di assenza, il salone nautico di Genova resta un'occasione speciale per aggiornarsi sulle novità più interessanti del mercato e di provare le imbarcazioni sia in mare, sia nei bacini protetti.
E' l'unico salone, sottolineano gli organizzatori, dove è possibile provare tutti gli sport dell'acqua in modo gratuito e in massima sicurezza e quest'anno gli amanti della vela possono provare l'ebbrezza di volare sull'acqua a bordo di velocissimi catamarani che approdano a Genova per la prima volta con una tappa del circuito M32 Mediterranean Series.
La rassegna ospita quest'anno anche gli atleti azzurri che hanno partecipato ai Giochi di Rio 2016, e tra loro anche le medaglie olimpiche.
E poi due giornate interamente dedicate alla pesca con tutorial insieme ai più famosi pescasportivi italiani.
Il salone nautico di Genova ha retto in situazioni difficilissime con il crollo del fatturato della nautica dai 6,5 miliardi del 2008 ai 2,4 nel 2014.
Ma oggi soffia una brezza favorevole: i dati di mercato indicano per il 2015 un incremento del fatturato globale pari al 17,1% rispetto all'anno precedente, che raggiunge in tal modo i 2,9 miliardi di euro.
L'Italia detiene il primato in termini di export delle unità da diporto entrobordo per l'anno 2015 con una quota del 23,7%.
Il salone, anche in questa edizione, ribadisce quindi, grazie al supporto dell'Ice, il suo ruolo di finestra sul mondo con un focus sull'internazionalizzazione.
Fitto il programma degli incontri B-to-B con la missione di operatori, che coinvolge i responsabili degli uffici tecnici dei cantieri, uffici acquisti, buyer, distributori internazionali e broker.
Presente, per la prima volta in Italia, una delegazione di 15 broker indipendenti della Florida Yacht Broker Association, storica associazione americana che conta oltre 1.200 soci attivi nel settore del [...]

Leggi tutto l'articolo