SANA 2015, l’esplosione del successo del Biologico e del Vegano nell’anno di Expo.

 Eccomi alla consueta recensione sulla Fiera SANA, giunta alla sua ventisettesima edizione.
Alle ore 10.15 di oggi, il ViceMinistro delle Politiche Agricole con delega al Biologico, Andrea Olivero, il Presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli e i rappresentanti delle Associazioni del biologico – AIAB, ANABIO/CIA, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Città del Bio, Federazione di prodotto biologico e biodinamico di Confagricoltura e FederBio – hanno dato il via al 27° Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, che si conferma, proprio nell’anno di EXPO, sempre più in crescita e dalla forte impronta internazionale.
Nell’anno di EXPO’, il SANA 2015 presenta numerose novità.
Ad iniziare dal Forum Internazionale del Biologico “Organic can Feed the Planet”, costituito al Parco dellaBiodiversità in EXPO’ dal Vice Ministro delle Politiche Agricole con delega alBiologico –Andrea Olivero-, e dai rappresentanti delle Associazioni delbiologico sopra richiamate.
Già Il Resto del Carlino di ierivenerdì 11 settembre aveva preannunciato tale boom del biologico nel suoarticolo ‘Dati SANA: l’agroalimentare biologico è davvero da record’ edha rivelato come sempre più mense persino nelle scuole -segno questo decisamente positivo, e per tantissimimotivi- siano e saranno nel segno del bio, con grande soddisfacimento deigenitori ma anche dei più piccoli direttamente interessati.
Perché diciamocelo: mangiare sano e biologico è buono e fa bene a noi e anchea madre natura.
Se ne sono accorti gliimprenditori che iniziano ad aprire persino fast-food sotto il segno del bio edel vegan.
Ricordiamo tra tutti il ‘SALAD IS LIFE’, il primo fast-fooddel benessere a Bologna, aperto nel maggio 2014 da due imprenditori bolognesisulla centrale Via Marconi e dove si possono combinare con ordini al computerle insalate più svariate, golose e sfiziose.
Si fa presto a dire “biologico”,ma cosa significa veramente e quali aziende possono utilizzare questo logo? Ricordiamo che per ottenere lacertificazione, le aziende del settore hanno necessità di rispettare le normecontenute nel regolamento comunitario REG.
CEE 2092/91.
Alle ore 16 c’è stata lapresentazione del Tramezzino consapevole al padiglione 32, la prima linea ditramezzini vegan per la grande distribuzione firmata da PAOLA MAUGERI eprodotta da CON.BIO.
La prima piacevole sorpresa non appenaentrati è stato vedere il numero dei padiglioni aperti (sei anziché i solitidue) con un boom di nuoviespositori (+25%) e di buyer esteri (+40%).
Abbiamo iniziato [...]

Leggi tutto l'articolo