SANREMO 2013, VIA CON 'VA PENSIERO'. LETTERA DELLA LITTIZZETTO

Grande emozione per la prima serata del Festival di Sanremo 2013, quest'anno presentato da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.
Inizia la competizione canora, ma l'uomo più atteso è Maurizio Crozza.
 Massimo riserbo sull'esibizione del comico, Leone: «show a tutto campo».
Nuove polemiche Berlusconi, conduttore su twitter in foto con Armata rossa.
All'Ariston omaggio a Verdi, poi anche nozze gay, con coppia in partenza per cerimomia a New York, e primi sette big.
Fra 'presenter' Marco Alemanno.
IL FESTIVAL DI SANREMO IN DIRETTA TV SU RAI1 DIRETTA TWITTER SANREMO SOCIAL IL LOOK Total black, decori di cristalli Swarovski, jais e piume, scollature sul decolleté e vita strizzata: questo il look studiato per Luciana Littizetto nella serata di apertura del Festival di Sanremo, da Aquilano.Rimondi, brand dei disegnato dai due stilisti, rispettivamente Tommaso e Roberto.
GLI ABITI Due gli abiti che la conduttrice cambierà nel corso della serata: uno corto, nero, decorato con incrostazioni in jais e piume gonna a palloncino, l'altro in raso, lungo, in crepe di seta, senza maniche con top impreziosito da cristalli e piume, gonna a ruota palloncino.
Aquilano e Rimondi firmeranno anche gli abiti che Luciana Littizzetto indosserà nella serata finale della gara canora, sabato 23 febbraio.
"Si tratta di creazioni inedite, appositamente disegnate per la conduttrice, pensate per esaltarne la personalità ironica ed intelligente"precisano i due stilisti.
"Luciana Littizzetto è l'ambasciatrice ideale per trasmettere l'essenza del made in Italy: innovazione ed eleganza nella tradizione, tuttavia contemporaneità.
Gli abiti da noi realizzati per la conduttrice sono espressione di artigianalità".
La collaborazione fanno sapere dalla maison "s' iscrive in un progetto corale che vede coinvolti alcuni tra i nomi più rappresentativi della nuova generazione di stilisti del Made in Italy".
LA DIRETTA: Inizio con 'Va Pensiero' . Viva Verdi«.
Fabio Fazio ha aperto il festival di Sanremo nel nome dell' »artista italiano più popolare«, con il »Va Pensiero«, l'aria del Nabucco, definita »il simbolo dell'unità d'Italia«.
Mauro Pagani dirigeva l'orchestra, con il coro dell'Arena di Verona.
Un'apertura dunque nel segno della contaminazione tra classica e canzone.
Nell'introduzione Fazio aveva parlato del concetto di »popolare« che, come ha ricordato, vuol dire per tutti.

Leggi tutto l'articolo