SCOSSA DI 5.4 TRA PERUGIA E MACERATA, GENTE IN STRADA. PAURA A ROMA. UN'ALTRA SCOSSA ALLE 21.18: "MAGNITUDO 5.9, GENTE URLA IN STRADA"

  Terremoto, una forte scossa è stata avvertita in tutta l'Italia centrale alle ore 19.10.
Il terremoto, di magnitudo 5,4, ha avuto epicentro nella Val Nerina, nella zona compresa tra Perugia e Macerata.
Il centro più vicino è Castel Sant'Angelo sul Nera.
Lo ha reso noto l'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia.
La scossa è durata circa 30 secondi, è stata avvertita con forte intensità da Ancona a Roma.
La magnitudo della scossa registrata delle 21,18 è al momento confermata in 5,9.
Il terremoto è avvenuto alla profondità di 8,4 chilometri nella zona di Ussita (Macerata), tra Visso e Castel Sant'Angelo sul Nera.
«È stato un terremoto fortissimo, apocalittico, la gente urla per strada e ora siamo senza luce, vi prego lasciateci lavorare».
Così il sindaco di Ussita Marco Rinaldi dopo la nuova forte scossa.
«Stiamo tutti per strada, e questa notte, ammesso che si riesca a dormire, si starà in auto, è impossibile allestire una tendopoli in un paio di ore».
Lo dice il sindaco di Ussita Marco Rinaldi.
La stima è che siano «150-200 le persone che trascorreranno la notte fuori casa», in un paese dove numerosi edifici hanno subito crolli o danni comunque rilevanti.
«Anche l'hotel che ospitava gli anziani evacuati dopo il 24 agosto dalla casa di riposo è danneggiato, ed è stato sgomberato».
Rinaldi è in contatto con il capo della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio e con il governatore Luca Ceriscioli.
USSITA E' FINITA.
«Sono crollate parecchie case.
Il nostro paese è finito».
Lo ha detto il sindaco di Ussita, Giuliano Rinaldi, a Skytg24, in relazione all'ultima e più forte scossa di terremoto.
Il sindaco ha affermato che «è crollata anche la facciata della chiesa» e che si è «spaccato il terreno.
La frazione di Casali non la possiamo raggiungere».
Il sindaco di Ussita ha poi detto che l'ultima scossa «è stata terribile e lunga, di una violenza inaudita.
Il più forte terremoto della mia vita.
Sono crollate parecchie case».
Esistono anche difficoltà di accesso al paese.
«Dobbiamo spostare - ha aggiunto - 25 anziani di una casa di riposo, già ospitati in un hotel».
Il sindaco di è detto «fiducioso» sul fatto che non ci siano vittime.
«La gente era tutta per strada».La scossa, molto forte, è stata avvertita in tutte le Marche, dalle zone terremotate dell'Ascolano ad Ancona, a Fabriano e Pesaro.
Molte persone sono uscite di casa spaventate.
Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco.
Non si sa ancora se ci sono stati danni.
SCUOLE CHIUSE.
Domani, al solo fine di consentire [...]

Leggi tutto l'articolo