SEMIFINALI - URUGUAY 2 - OLANDA 3

Prima semifinale di questo mondiale dal tasso tecnico abbastanza mediocre - eccezion fatta per la Germania e per l'Olanda, quelle che secondo molti saranno le finaliste - che vede un Uruguay privo del suo attaccante più in forma (Suarez) per la famosa "parata" su Adiyah e soprattutto del proprio capitano (Lugano) fermato da un infortunio patito nei quarti contro il Ghana.
E' l'Olanda a fare la partita, indubbiamente.
Complice anche Caceres che inanella errori su errori, mentre né Kuyt né Sneijder hanno la mira buona per poter impensierire Muslera.
Il fortino comincia a scricchiolare, e capitola definitivamente al 17° quando Giovanni Van Bronckhorst si incazza e da 350 metri fuori dal vertice sinistro dell'area scaglia un sinistro che va dritto come un fuso, Muslera si muove in ritardo e la sfiora appena, palla che si infila nell'angolino alto opposto.
Gran gol ed Olanda meritatamente in vantaggio.
Partita che comincia ad essere nervosetta.
Caceres si scaglia contro De Zeeuw: Fauna bella rovesciata ma invece che il pallone colpisce direttamente il muso dell'olandese.
Cartellino giallo per l'urugaiano, però c'era prima un fallaccio clamoroso di quella enorme faccia di culo di Van Bommel - perfetto per l'Inter - che entra con una mossa di karate sul ginocchio di un uruguaiano.
E ci sono anche le proteste di Sneijder che si becca pure lui l'ammonizione.
Partita purtroppo abbastanza deludente finora.
Almeno fino al 41° quando Forlan decide di fare il Forlan, prende palla a metà campo, finta e controfinta a destra, si accentra e lascia partire un gran sinistro centralissimo che beffa Stekelenburg.
1-1 e Uruguay che ora vola sulle ali dell'entusiasmo.
Secondo tempo ignobile, dove il primo brivido vero cade al 68° minuto, quando Van Persie lavora un bel pallone, lo offre all'indietro a Van der Vaart che di sinistro spara a rete, ma Muslera respinge, arriva come un missile Robben che però tira di destro altissimo.
Un minuto dopo però l'Uruguay viene pervaso dalla sfiga, quando il solito Sneijder tira un merda di destro, il tiro viene deviato da un uruguaiano su Van Persie che - sulla traiettoria - è in fuorigioco di qualche decina dei centimetri.
2-1 Olanda forse immeritato, vediamo ora l'Uruguay come e se reagirà.
Purtroppo per l'Uruguay, al 73° arriva la batosta sottoforma di colpo di testa di Robben che recepisce un bel cross di Kuyt proveniente dalla sinistra e la infila nell'angolino basso alla destra di Muslera- 3-1 e partita in ghiaccio per gli olandesi.
Partita che si trascina stancamente fino al 91°, quando [...]

Leggi tutto l'articolo