SERIE A 31esima giornata

Bianconeri ko per 3-2 a Marassi, non approfittano del 2-2 dei nerazzurri col Palermo.
All'Olimpico Roma battuta 4-2.
Milan 1-0 sul Chievo.
Siena a valanga al Dall'Ara.
Ok Fiorentina, Sampdoria e Torino Roma, 11 aprile 2009- Juventus fermata a Genova  nel posticipo.
Con una doppietta di Motta e un gol di Palladino, la squadra ligure ha la meglio sui bianconeri, che avevano messo a segno un rigore firmato da Del Piero e una rete di Iaquinta.
I bianconeri precipitano così a -10 dall'Inter che ha pareggiato col Palermo.
 La Roma dice addio ai sogni di Champions e, probabilmente, all’era Spalletti.
La netta sconfitta 4-2 nel derby della Capitale segna il fallimento della stagione dei giallorossi e la rinascita dei biancocelesti, dopo tre sconfitte consecutive.
Giallorossi sotto di due reti (Pandev-Zarate) nel giro di appena 4 minuti, quella che segue non solo è una delle stracittadine più spettacolari degli ultimi anni, grazie ai gol Lichsteiner, De Rossi e Kolarov, ma anche una delle più nervose.
Quattro le espulsioni decretate dall’arbitro Emidio Morganti: prima quella a carico di Luciano Spalletti nel corso dell’intervallo, poi nei confronti di Panucci, Matuzalem e Mexes.
 Il pareggio raggiunto dal Palermo nel giro di pochi minuti (73’ e 76’) a San Siro contro l’Inter riaccende l’interesse per la volata scudetto, a una settimana dallo scontro diretto al vertice.
Ai nerazzurri non è bastato il doppio vantaggio firmato da Balotelli e Ibrahimovic nel primo tempo per conquistare l’intera posta in palio.
 La Fiorentina supera il Cagliari in casa per 2-1, nonostante qualche sofferenza di troppo nel finale contro una formazione ridotta in nove uomini.  Il Milan, con l’1-0 firmato da Clarence Seedorf a Verona sul Chievo, consolida il terzo posto con 61 punti.
Dietro alla Roma, che conserva l’ultima posizione utile per accedere alla Coppa Uefa, è battaglia serrata tra Palermo (46 punti), Cagliari (45) e Lazio (44), con Atalanta (42) e Napoli (40) che si spartiscono la posta in palio al San Paolo in virtù di un pareggio a reti bianche.
 Mentre il tandem Cassano-Pazzini (due gol su rigore per il barese, uno per l’ex fiorentino) continua a trascinare la Sampdoria, che ha espugnato Lecce per 3-1, il Torino riesce a sfruttare il pesante ko del Bologna in casa contro il Siena (1-4), portandosi fuori dalla zona retrocessione.
Merito di una rete di Natali a 2 minuti dallo scadere, valso il definitivo 2-1 casalingo sul Catania.
I granata salgono dunque a 27 punti, uno in più della squadra guidata da [...]

Leggi tutto l'articolo