SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE“La ricetta elettronica è valida su tutto il territorio nazionale”

Dal 1° gennaio 2016 il cittadino potrà utilizzare la ricetta elettronica in tutte le farmacie pubbliche e private italiane.
Lo prevede un decreto presentato l’altro ieri dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.
“Questo provvedimento – commenta Annarosa Racca, presidente di Federfarma – rende più omogeneo l’accesso al farmaco nelle varie aree del Paese.
Agevola il cittadino che, spostandosi per lavoro o per vacanza, potrà ritirare  in qualunque farmacia i farmaci che gli sono stati prescritti dal suo medico.
Compie così un ulteriore passo in avanti il processo di digitalizzazione del Servizio Sanitario Nazionale teso a assicurare trasparenza, tracciabilità delle prescrizioni e appropriatezza prescrittiva.
All’attuazione della ricetta elettronica – prosegue Racca - hanno contribuito in modo determinante le farmacie, che hanno collaborato a livello nazionale e locale ad individuare le soluzioni tecniche più adeguate.
Grazie all’impegno delle farmacie il numero delle ricette elettroniche è cresciuto rapidamente e nel giro di qualche mese saranno elettroniche oltre l’85% delle ricette SSN.
D’altronde le farmacie – conclude Racca – hanno contribuito  fin dall’inizio alla informatizzazione del SSN.
Un esempio per tutti il fatto che, per agevolare il monitoraggio della spesa e dei consumi farmaceutici, da anni le farmacie forniscono gratuitamente tutti i dati delle ricette alle istituzioni sanitarie”.
(ANDREA SERMONTI) FONTE

Leggi tutto l'articolo