SHELLEY WINTERS INCONTRA PUIGDEMONT

In un film del 1968, “Joe Bass, l’implacabile”, una Shelley Winters anziana e ingrassata, è la donna di un capo delinquente.
Forse è un’ex prostituta, certo ha un notevole passato.
Ad un certo momento il piccolo gruppo è circondato dagli indiani e sembra non avere scampo.
Shelley non si perde d’animo, sorride al capo degli aggressori facendogli capire che è disponibile, e tutto si aggiusta.
Gli astanti sono stupiti e Shelley esclama, alzando le spalle: “E che credevate? Anche loro sono uomini”.
I film sono fiction, ma chi ha scritto quella battuta la sapeva lunga.
Molti uomini - non tutti - hanno una divisa; molti – non tutti - hanno degli ideali: tutti però hanno l’istinto di conservazione e l’istinto sessuale.
E questo li riduce tutti a proporzioni umane.
E facile fare i gradassi quando il nemico è lontano, ma quando si avvicina, quando si tratta di combatterlo sul serio, e c’è una possibile via di fuga, perché non sceglierla? Il consiglio dell’istinto di conservazione è dei più pres...

Leggi tutto l'articolo