SIGNATURE RERUM

Di seguito un estratto dal mio ultimo romanzo SIGNATURE RERUM-IL SUSSURRO DELLA SIBILLA Entrai in libreria.
Oltre alla commessa seduta dietro il bancone impegnata a risolvere un cruciverba, nel locale non c'era nessun altro.
Salutai con un cenno del capo e mi avvicinai alle colonne di libri che si innalzavano dal pavimento.
L'aspetto miserevole di molti volumi confermava la loro lunga gestazione in magazzino, non sminuendone però il valore trattandosi di testi autorevoli.Ero accosciato davanti a una pila di volumi per leggerne i titoli sbiaditi sui frontespizi, quando una voce familiare mi salutò:Mi voltai a fissare l'atleta che quella mattina mi aveva svegliato facendo ginnastica in giardino.
feci rialzandomi prontamente.

Leggi tutto l'articolo