SINTOMATOLOGIA ENDOMETRIOSI DIAGNOSI E TERAPIA....

In circa il 25-30% dei casi: forse un po' meno, l'endometriosi è asintomtica e viene diagnosticata in occasione di una laparoscopia eseguita per sterilità da causa inspiegabile oppre di un intervento laparotomico fatto per altre indicazioni; ad esempio fibromi ecc.
Nei restanti casi le caratteristiche e la gravità della sintomtologia non sempre sono correlate con l'estensione della malattia, comunque i sintomi che più caratterizzano l'endometriosi sono la dismenorrea ed i dolori pelvici frequenti.
Il dolore, ordinariamente, compare in una prima fase solo in epoca mestruale, e spesso in una paziente che non aveva mai avuto, in precdenza  mestruazioni dolorose ( dispenorrea secondaria).
In genere i sitomi si avvertono qualche giorno prima del flusso e tendono ad accentuarsi  durante questo e soprattutto alla fine delle mestruazioni.
Con l'evolvere della malattia il dolore non solo tende a farsi più forte, ma anche a protrarsi nella sua ciclica comparsa: dura, cioè, di più e, ad un certo punto, l paziente  presenta costantemente una dolenzia pelvica di tipo gravativo, un senso di tensione continua ed una condizione di permanente malessere nel quale si inseriscono le crisi dolorose mestruali sempre più intense.
Il motivo di questo aggravarsi di sintomi dolorosi e del suo diventare ciclici, peggiorano di solito in coincidenza con la mestruazione o con l'ovulazione.
Aumentano, cioè i focolai endometriosici veri e propri, diventano più voluminosi durante i flusso in quanto si gonfiano per il sangue che si raccoglie in essi.
In molti casi si formano aderenze(sinechie) tra i vari organi pelvisi e addominali.
Anche l'eccesso di prostaglandine; che è stato riscontrato nel liquido peritonelae di queste pazienti, inducendo contrazioni dell'utero ed irritando le terminazioni nervose contribuisce ad aggravare la sintomatologia dolorosa, quindi la formazione di aderenze.
Ma non sempre questa è la storia naturale dell'endometriosi.
Esistono per esempio casi di pazienti che si sono sottoposte a laparoscopia per via di una sterilità, e nessun altro disturbo e si è evidenziata una endometriosi avanzata.
Nei casi con sintomatologia, di solito, i disturbi iniziano parecchi anni dopo la pubertà e raggiungono l'acme vrso i 30-35 anni, specie se la paziente non viene curata adeguatamente.
Un altro dei sintomi che insieme alla dismenorrea ed ai distubi dolorosi in sede pelvica è la dispareunia profonda non orifiziale, che si riscontra in una buona metà dei casi.
Il dolore ai rapporti sessuali è soprattutto presente quando  [...]

Leggi tutto l'articolo