SMETTETELA DI AIUTARE SALVINI

La Alan Kurdi, la nave dell’organizzazione non governativa tedesca Sea Eye, dinanzi al divieto di entrare nelle nostre acque territoriali per sbarcare migranti sul suolo italiano, ha cambiato rotta e si dirige verso Malta.
Spera di avere migliore accoglienza, anche se le esperienze precedenti non sono incoraggianti.
Ma l’o.n.g.
non ha rinunciato a scagliare “la freccia del parto” contro il ministro Salvini.
Questi “umilia le persone” e “sfrutta tutto e tutti per ottenere il massimo vantaggio possibile da questa situazione”.
Ma va detto che la situazione non l’ha creata il ministro: l’ha creata la Sea Eye.
In realtà è l’intero comportamento della Sea Eye ad essere sbagliato.
In primo luogo non ha effettuato un salvataggio di naufraghi, ma un cambio di natante, per usarne uno più adatto all’alto mare.
Infatti i migranti – che non avrebbero certo tentato di traversare il Mediterraneo su un gommone e non sono stati raccolti da una nave di passaggio: la Sea Eye era in quel tratto di mare c...

Leggi tutto l'articolo