SOCRATE

SOCRATE (470-399 a.C.)  
Socrate nacque ad Atene dallo scultore Sofronisco e dalla levatrice Fenarete. Da giovane si distinse nella campagna di Potidea del 432, dove salvò Alcibiade durante una ritirata (non menzionò l'accaduto per il timore di privarlo di una medaglia) e fu per breve tempo membro della bulé (il senato della città). Nel 399 venne accusato dai concittadini di empietà, ossia di non credere agli dei e di contribuire con il suo esempio a corrompere i giovani. Dopo il processo (testimoniato nell'Apologia di Platone) in cui Socrate tentò un'inutile difesa, morì bevendo un recipiente di cicuta e lasciando gli allievi nel più totale sconforto.
Socrate, nonostante la sua importanza storica, non ha lasciato nulla di scritto (egli stesso preferiva trasmettere direttamente a voce i suoi insegnamenti). Tutto quello che si sa di lui si deve al lavoro del suo principale allievo, Platone, che scrisse abbondantemente sulla figura del maestro e ne fece il protagonista di gran parte dell...

Leggi tutto l'articolo