SONO MALATO...

...
da molto tempo ma non lo sapevo.
La mia mamma mi ha sempre dato da mangiare lo stesso cibo che lei offriva anche ai miei fratellini.
Loro però crescevano, ed io diventavo sempre più debole.
Mangiavo, ma avevo sempre la diarrea.
Era come se non si fermasse nulla dentro.
Poi la cosa strana è che mi sono venuti i capelli bianchi anche se ho solo 7 anni di età.
Adesso questi capelli sono sempre più deboli e sembre più diradati.
Sto diventando calvo.
Poi ho cominciato a gonfiare come un pallone: non sono grasso.
Sono tutto edematoso.
La mia pelle è sottile e secca.
Si spacca come niente.
Vedete quante ulcere rotonde.
Sono tanti foruncoli che prima fanno un male cane, poi scoppiano permettendo all pus di uscire e lasciando un buco che mi prude molto.
La mia bocca è piena di mughetto, che non è un bel fiore.
E' una patina bianca che fa diventare cattivi tutti i cibi che provo a mangiare.
Proprio per questo "gustaccio" in gola, non mi nutro quasi più, e come conseguenza divento sempre più gonfio.
Mi hanno anche detto che sono anemico.
A Chaaria mi hanno comunicato che ho una malnutrizione forse causata da qualche milione di parassiti intestinali che si chiamano Giardia.
Quegli infami si dispongono sulle pareti del mio intestino e lo ricoprono di uno strato impermeabile, come se fosse nylon.
Così io mangio, ma non assorbo niente e le mie condizioni peggiorano.
La mia malattia in Inglese si chiama PEM, che vuol dire Protein Energy Malnutrition.
Alcuni bambini come il sottoscritto sono tutti gonfi ( la nostra malattia viene poi sotto-classificata come Kwashiorkor); altri diventano tutti secchi e disidratati con l'aspetto vecchieggiante come se avessero 90 anni (la loro condizione viene definita marasma).
Ora mi hanno dato delle medicine per uccidere la Giardia.
Poi mi danno vitamine, terapie per risolvere il mughetto, ferro e acido folico per l'anemia.
Mi fanno anche degli antibiotici in vena a causa di una brutta tosse con catarro giallo.
Il dottore dice che ci vorranno però molti mesi prima che io riesca ritornare nuovamente come gli altri bambini.
Per guarire ci vuole molta pazienza.
Ciao.
DAVID GITONGA e Fr Beppe          

Leggi tutto l'articolo