SONO TROPPO TENERO?

Certe volte - da poco tempo anche più spesso - mi chiedo se sono troppo debole o troppo sensibile davanti certe situazioni che mi colpiscono particolarmente.
Mi intenerisco per un cane randagio, incontrato per la strada e che, sono sicuro, finirà investito dalla vettura condotta da uno sconsiderato: casa mia sarebbe un ricovero per cani abbandonati……………… A volte, mentre leggo un libro, la descrizione di una scena o un avvenimento – che comunque sono di pura fantasia – mi fanno liquefare gli occhi……………….
Per la visione di un film, la cui trama è improntata al trionfo del bene (o dell’ amore), talvolta non sono capace di trattenere una lacrimuccia, che scorre lentamente dal ciglio………………………..
Per un brano musicale che ritengo bello, un nodo di commozione mi si aggrappa in gola……………..
La musica della romanza di qualsiasi opera lirica mi fa diventare una fontanella, mentre cerco di sfuggire lo sfottò di mia moglie……………… Ogni primo di anno, a mezzogiorno circa, il concerto di capodanno è causa di litigio con lei, perché insensibile alle sue rampogne, mi commuovo ascoltando i brani meravigliosi emessi dal televisore……………… Non mi chiedo quale sia il motivo di cotanta commozione, mi chiedo perché io ne soffra! Eppure ho il cuore duro per le notizie ferali dei giornali: gli omicidi, i morti in guerra, i morti per terremoti, quelli per incidenti stradali: non mi toccano più di tanto…………………….
Non sono mai riuscito a conoscere la mia indole, a qualificarmi, a descrivermi, a capire come sono fatto! Eppure sto bene, sono in pace con me stesso, anche se certe volte mi prende una sorta di smania che mi porta a pensare al negativo di me stesso ! In tempi, oramai, remoti mi sono astenuto dal seguire alcuni programmi televisivi a puntate, perché li consideravo alquanto scemotti da rasentare l’ imbecillità.
Da alcuni giorni, invece, seguo con sempre maggiore piacere uno di quei serial televisivi, che la RAISAT ripropone da qualche tempo.
Si tratta della serie “Un medico in famiglia”, trasmessa da Raisat Premium, che mi appassiona così tanto che, se sono costretto a perdere una puntata, sapendolo in anticipo, la registro per non perderla.
Forse col passare del tempo sono diventato più scemo? Sarebbe tragico! Io, che aborro i cretini, sono quasi uno di essi? Spero di no, ma il serial mi piace e me lo godo, alla faccia dei cretini……………….
cesare nicolicchia da Palermo

Leggi tutto l'articolo