SPORTING CLUB, PRIMA STECCATA IN CASA

La formazione bitontina perde per 46 a 80 contro la Bulls Basket Bari.  Il presidente Lavacca: “Sono fiducioso per il prosieguo del campionato” Davanti a poco più di un centinaio di spettatori, lo Sporting Club Bitonto stecca la prima in casa, perdendo per 46 a 80 contro la Bulls Basket Bari, nel remake della sfida che si protrasse, lo scorso anno, per tutto il campionato, chiusasi con i baresi promossi direttamente in serie D per la miglior differenza canestri negli scontri diretti, dopo che le due compagini avevano chiuso il torneo appaiate al primo posto.
Gli ospiti hanno avuto modo, durante l’estate, di rinforzarsi notevolmente acquistando giocatori di categoria, e lo si nota subito in campo visto che, specie sul piano fisico, il confronto non regge.
D’altro canto la squadra bitontina è tutt’altro che in forma, a causa delle vicissitudini legate alla disponibilità delle strutture di allenamento, che stanno costringendo i nostri ragazzi ad allenarsi poco e non come il campionato richiede.
La gara – valevole per la seconda giornata del campionato di serie D pugliese – parte subito male per i biancoverdi, che subiscono la maggiore forza e freschezza fisica degli avversari chiudendo il primo tempo con un parziale di 8 a 24.
C’è da dire che il quintetto bitontino non è preciso né tantomeno fortunato sotto canestro, crea molte occasioni ma sbaglia molto e quando gli capita di perdere palla per distrazioni o ingenuità  gli avversari non si fanno pregare e volano a canestro.
E’ così che si giunge a metà gara con lo Sporting che dà segni di ripresa ma chiude ancora con ventidue punti di svantaggio.
All’inizio del terzo tempo gli uomini di casa entrano in campo con un piglio diverso e gli ospiti sembrano aver smarrito la fluidità di gioco che avevano avuto sino a quel momento, così riesce ai ragazzi del coach Di Maso di rosicchiare ben dieci punti, riaccendendo le speranze del pubblico del palasport, grazie anche alla doppia tripla infilata dal giovanissimo Iacobone – che risulterà alla fine il migliore dei suoi – ma, complici numerosi errori dalla lunetta e qualche passaggio errato, la squadra barese riesce a riprendere un vantaggio cospicuo,  tanto che nell’ultimo quarto, con i padroni di casa ormai sfiduciati e visibilmente stanchi, prendono letteralmente il volo chiudendo con il vantaggio massimo di trentaquattro punti.
“La squadra ha tenuto bene il ritmo della partita – commenta il presidente dello Sporting Club, Vito Lavacca – gestendo il gioco in maniera lineare, ma la [...]

Leggi tutto l'articolo