START-UP and NEW TECHNOLOGIES - Dpt.ARCHITECTURE of UNIVERSITY of FLORENCE 2003

  Dipartimenti Area TecnologicaTecnologie dell'Architettura e Design "Pierluigi Spadolini"Via S.
Niccolo', 89/a-95 - 50125 Firenze (FI)Tel: 055 249151Fax: 055 2347152E-mail info@dpmpe.unifi.itDirettore:  Vincenzo Alessandro LegnanteSegretario amministrativo:  Girolamo CoffariInizio moduloFine moduloGentile Giacinto,per darvi un'idea della ricerca che è stata attivata vi allego la scheda del programma che ho già iniziato e che intendo perseguire.
Noterete che si tratta di una ricerca orientata fortemente per lo sviluppo di un nuovo prodotto senza per questo modificare la tecnologia di base.
E' solo una ricerca di forme che non modifica la tecnologia cui si applica ed è stata commissionata da un'azienda che intende allargare la sua base produttiva e di presenza sul percato.
A voi sarebbe toccata solo la prima parte, quella documentaria, non precludendo altri vostri contributi se di interesse più generale.
Purtroppo avete alterato il quadro di riferimento dilatando oltre la cornice le vostre riflessioni.
La mia scarsa frequenza con approcci di tipo speculativo e la sostanziale diffidenza verso 'elaborazioni' d'elite mi impediscono di apprezzare completamente le vostre ricerche.Ciò non esclude le prospettive e l'estremo interesse delle ricerche sul fullerene.
Francamente nel nostro caso mi sembrano sproporzionate rispetto ai piccoli obiettivi della ricerca che vi ho proposto.
Dal vostro lavoro mi sarei aspettato una ricognizione documentaria di forme e tipologie, come quelle che abbiamo già iniziato a raccogliere e che vi allego a titolo di esempio.
Almeno un centinaio, distinte per tipo, per luogo, ..Una considerazione ulteriore la riservo all'approccio che voi adottate alla ricerca.
Mi sembra che la vostra tensione di conoscenza e di elaborazione di teorie vi precluda percorsi più praticabili di lavoro.
In questo caso, come in moltissimi casi di lavoro, la raccolta meticolosa di dati, di esempi, di informazioni in genere, è la premessa per lanciare ipotesi interpretative e poi, solo dopo molte altre tormentate elaborazioni, ipotizzare risoluzioni.
Nel nostro caso i dati sono molto più umili: la ricerca di icone congruenti con la tipologia di prodotto è finalizzata all'applicazione di una tecnologia e una morfologia di un tipo di componente già noto e praticato, al fine di perseguire una innovazione incrementale di forma.
Tutto qui.
Materiali d'innovazione sostitutivi di quelli tradizionali prevedono un impegno che allo stato non è nè previsto nè tantomeno finanziato.
Tenete presente che le fibre di [...]

Leggi tutto l'articolo