STONER, COSI' A TEMPO PERSO FA SUO IL GP D' AUSTRALIA

Casey è sul serio uno di noi.
Lui ha fortuna di vivere facendo ciò che più ama, è ben pagato per farlo.
E' un professionista si direbbe.
No! Esattamente come noi anche lui va in moto quando pare a lui.
Così dopo 2 mesi di ferie pagate fa un giretto all' estoril e arriva secondo.
Torna in Australia e vince.
I motivi per i quali è stato fuori due mesi? Nessuno li sa..e chi li sa non parla.
Storia finita e ben coperta (come amano tanto fare in Ducati ormai da decenni..).
Dietro Stoner un bravo Rossi che saputo della caduta di Lorenzo non attacca il ducatista e giustamente gli gira intorno dimostrando un intelligenza di gara che ad altri manca (jorge per primo...) porta il suo vantaggio a 38 punti e puo preparare le magliette con la scritta "9 volte campione del mondo".
Lorenzo fa tutto quello che è possibile fare per perdere le possibilità di conquistare il titolo.
Parte male (forse in anticipo, forse no), centra in pieno Hayden e ruzzola nella via di fuga della prima curva dopo poche centinaia di metri.
Pedrosa, come sempre primo delle honda, prende 20 secondi, un eternità pure al semaforo sotto casa, figurarsi in gara, figurarsi in motogp.
Toseland sta pensando bene di chiudere malissimo i suoi due anni di motogp.
Oggi parte prima degli altri e durante il ride trough discute un po con tutti discolpando se stesso! Agitando mani e casco.
L' inglese a cui non manca il manico è troppo debole mentalmente, non è in grado di cambiare l' andamento delle cose.
Se per lui vanno male, possono andare solo malissimo.
E infatti così è.
La gara, come ormai avviene da qualche gp a questa parte, è un po noiosa.
Vive sulla fuga solitaria di Rossi e Stoner, con il Dottore che non osa superare Casey: troppo rischioso farlo.
E si accontenta del secondo gradino del podio che gli avvicina il nono titolo ma allontana il record di vittorie di Agostini.
1.
Casey Stoner AUS Ducati Marlboro Team 40min 56.651 sec 2.
Valentino Rossi ITA Fiat Yamaha Team 40min 58.586 sec 3.
Dani Pedrosa SPA Repsol Honda Team 41min 19.269 sec 4.
Alex de Angelis RSM San Carlo Honda Gresini 41min 29.353 sec 5.
Colin Edwards USA Monster Yamaha Tech 3 41min 32.536 sec 6.
Andrea Dovizioso ITA Repsol Honda Team 41min 35.133 sec 7.
Marco Melandri ITA Hayate Racing Team 41min 41.112 sec 8.
Randy de Puniet FRA LCR Honda MotoGP 41min 41.592 sec 9.
Mika Kallio FIN Pramac Racing 41min 50.996 sec 10.
Toni Elias SPA San Carlo Honda Gresini 41min 57.856 sec 11.
Chris Vermeulen AUS Rizla Suzuki MotoGP 42min 2.068 sec 12.
Loris Capirossi ITA Rizla Suzuki MotoGP 42min 2.601 [...]

Leggi tutto l'articolo