STORIA DELLA FINLANDIA

Corona del Re di Finlandia La storia della Finlandia è legata - per lo meno nella sua storia documentata - per gran parte alla storia delle nazioni confinanti con essa; le relazioni con tali nazioni hanno infatti marcato lo sviluppo della Finlandia fino all'inizio del XX secolo.
Le origini degli abitanti della Finlandia sono ancora coperte dal mistero.
Secondo alcune teorie ifinlandesi provengono da aree dell'attuale Russia, mentre altre propendono per zone dell'Europa centrale.
Dai ritrovamenti archeologici risulta evidente che il territorio era abitato dall'uomo già dall'8000 a.C. Dopo il 6500 a.C. si diffuse sul territorio la cultura "Suomusjärvi", un popolo di cacciatori-raccoglitori.
Intorno al 4200 a.C. questi furono sostituiti da un popolo del quale si sa solo che furono abili produttori di vasi e terrecotte.
È probabile che risalga a questo periodo l'origine della lingua finlandese.
Il finnico e il sami sono entrambe lingue ugro-finniche del ceppo uralico.
Dopo il 2500 a.C. si insediarono delle popolazioni di agricoltori e allevatori originarie dei territori a sud del Golfo di Finlandia.
La lingua finlandese subì influenze dalle lingue baltiche (indoeuropee) mentre la lingua sami si allontanò progressivamente dal finlandese.
L'Età del Bronzo cominciò intorno al 1500 a.C. e si diffuse da ovest verso est.
Dopo il 300 a.C. cominciò l'Età del Ferro.
I ritrovamenti di manufatti importati e locali risalgono a questo periodo.
Dal 100 a.C. cominciò l'attività commerciale con l'Europa centrale, risalgono a questo periodo molti ritrovamenti di manufattiromani.
Con l'epoca dei Vichinghi, nell'VIII secolo venne incrementato il commercio sul Mar Baltico, furono costruite fortificazioni che fanno presumere l'esistenza di una popolazione amministrata centralmente.
Gli archeologi hanno ritrovato una città fortificata del IX secolo presso l'attuale città di Hämeenlinna.
In quest'epoca la popolazione finlandese era composta da tre gruppi etnici: i Finni, i Careli e i Sami.
Prima dell'avvento degli svedesi, intorno alla metà del XII secolo, la Finlandia non disponeva di un'unità politica o amministrativa, e le frequenti lotte tra i diversi gruppi etnici alimentarono l'interesse delle due vicine potenze, la Svezia(cattolica) e la Russia (ortodossa), per un paese in cui il Cristianesimo si era già diffuso ma senza raccogliere grandi entusiasmi.
La conquista della Finlandia Mappa della Finlandia datata 1662 Nel 1155 re Erik di Svezia (detto il Santo) e [...]

Leggi tutto l'articolo