STRUTTURE SPORTIVE, EQUE POSSIBILITÀ DI ACCESSO

Definito un piano orario per l’uso delle palestre scolastiche e del campo di via Megra.
Soddisfatte le esigenze di 17 realtà, tra società, oratori ed associazioni.
“Stavolta sono tutti d’accordo.” È il risultato raggiunto, con alcune riunioni di inizio settimana, dall’assessore allo sport Franco Ragno.
Oggetto delle intese: le strutture sportive e l’accesso alle stesse in maniera equa e paritaria.
L’amministratore, infatti, ha messo a punto una sorta di piano degli orari, permettendo alle società di accedervi secondo calendari prestabiliti.
Per le associazioni calcistiche giovanili il luogo prescelto è il Campo di via Megra, dove potranno sia allenarsi sia disputare le partite e le diverse competizioni.
Il monte ore complessivo ed annuale del Campo è stato così equamente diviso per le sette società: ASD Omnia, Polisportiva, Torrione, Olimpia, US Bitonto under 18, Cobra ed Antonelli.
“La scelta sottesa – spiega Ragno – è quella di promuovere lo sport non attraverso meri contributi economici, ma commutando gli stessi in servizi, in aiuti sostanziali.” Stessa politica ‘paritaria’ anche per le palestre bitontine, il cui uso – in base alla disponibilità fornita dai dirigenti scolastici – viene ripartito tra le società sportive che ne hanno fatto regolarmente richiesta.
Le strutture della Cassano, Caiati, Modugno, dell’Istituto Comprensivo De Renzio di Palombaio, della Sylos, Rogadeo e Rutigliano riescono a coprire il fabbisogno per la fascia oraria 15-22 di tutti i giorni della settimana.
Tagliata sulle esigenze di ogni singola realtà, la ripartizione si distribuisce così: 6 ore alla Benito Ribeiro, 2 all’Oratorio Sant’Andrea, 4 a Karate Club, 6 ore alla Polisportiva ed altrettante all’Olimpia e alla Velosprint, 11 a Rabur, 12 a San Barbato, 26 allo Sporting Club e 42 alla Volley Ball.  Notizia dell’ultima ora l’aumento della disponibilità oraria delle strutture del IV Circolo, “grazie – sottolinea l’Assessore – alla sensibilità della dirigente, la professoressa Pastoressa.” “A tutti – conclude Ragno – l’esortazione a promuovere lo sport.
Perché – spiega – purifica il cervello.” Marica Buquicchio

Leggi tutto l'articolo