SUL CASO MORO CONTINUANO LE BALLE SPAZIALI

In occasione del quarantennale della strage di via Fani si scatenano ogni giorno pseudoricercatori e finti giornalisti, cani da guardia del sistema che celebra se stesso e i propri delitti. Tutti sono sguinzagliati con la mission di affossare la verità; tutti sono impegnati a negare, depistare, confondere, raccontare balle.
EMME, L’ORGIA DEL POTERE
Alcuni sono sollevatori di polvere per mestiere, collusi con le “istituzioni” che diffondono menzogne per assolversi dalla strage, altri sono utili idioti, strumenti inconsapevoli di un regime “democratico” fondato sull’illegalità e sull’eversione; altri ancora sanno benissimo come sono andate le cose, ma non lo dicono, per amore di dollari e carriera. Non si sa mai, la cattedra alla Bocconi o lo scranno in Parlamento ne potrebbero risentire, se dicessero quello che non si poteva dire ieri e non si può dire nemmeno oggi. Il risultato è una OMERTA’ vergognosa dalla quale quasi nessuno si salva.
Ecco allora brigatisti e negazionisti balbettar...

Leggi tutto l'articolo