SUPERBIKE: SALT LAKE CITY-GARA1, VINCE BIAGGI SU UNO STREPITOSO QUANTO SFORTUNATO CHECA

Quando è il "tuo" anno lo capisci anche da giornate come questa.
Quando sei secondo, con le gomme ormai alla frutta, e a due giri dalla fine il tuo avversario che ha fatto una gara fantastica si ritira per un problema tecnico, non ci sono parole per spiegarlo, bisogna solo ammettere: "che culo che ho avuto oggi"! Il vincitore morale della prima gara dal Miller Motorsport è Carlos Checa che, con un ritmo di gara assolutamente pazzesco, piega la resistenza di Max.
Biaggi, da pilota maturo e in lotta per il campionato, capisce che oggi non è aria e si accontenta di gestire un buon secondo posto consapevole che Haslam lotta per il 3° posto con Camier ed Haga.
Purtroppo per Carlos la sua moto decide di fermarsi a pochi chilometri dalla bandiera a scacchi vanificando tutto il lavoro fatto in gara1.
Qui, finalmente, si rivede Nori Haga, certo il giapponese non ha il passo di Checa ma almeno lotta con le persone "giuste".
In partenza si consuma il dramma di Smrz, anzi del suo motore che, tempo di mettere tre rapporti e si rompe perdendo olio (che per fortuna non finisce in pista), dietro di lui i concorrenti allarmarti dalla nuvola bianca che esce dal suo propulsore si tengono a distanza perdendo svariati metri rispetto ai piloti in testa (o meglio quelli davanti a Smrz), fra questi vi è anche Haslam, l' inglese perde così si dan subito la possibilità di vincere la gara.
Il ceco dopo circa mezzo giro si accorge di aver rotto il motore e si ferma a bordo pista.
Qualche istante dopo vola a terra il solto Rea, pilota tester di tutte le vie di fuga del mondo.
Fabrizio lo segue in questa infausta sorte e così arriva l' ennesimo zero del romano ormai dato in partenza dalla Ducati.
La gara si svolge poco interessante, quasi noiosa direi anche grazie alla REGIA AMERICANA CHE NON RIESCE A RIPRENDERE NESSUN SORPASSO.
A fare le spese della condotta scellereta del regista a stelle e striscie è l' italiano Luca Scassa la cui bella rimonta non viene mai ripresa dalle telecamere (si perdono anche uno storico sorpasso su Toseland...).
L' unico vero momento emozionante lo regala come sempre Leon Haslam che con una manovra dura e decisa supera in un sol colpo Haga e Camier come fossero fermi...
      , 1 3 Biaggi M.
(ITA) Aprilia RSV4 Factory 38'20.442 (161,26 kph) 2 91 Haslam L.
(GBR) Suzuki GSX-R1000 4.931 3 41 Haga N.
(JPN) Ducati 1098R 6.432 4 2 Camier L.
(GBR) Aprilia RSV4 Factory 8.576 5 11 Corser T.
(AUS) BMW S1000 RR 11.150 6 67 Byrne S.
(GBR) Ducati 1098R 11.243 7 99 Scassa L.
(ITA) Ducati 1098R 12.432 8 50 Guintoli S.
(FRA) [...]

Leggi tutto l'articolo