Saab 9-3

Un moderato maquillage per ringiovanire un po' la 9-3 e avvicinarla al family feeling Saab dettato dai più recenti prototipi: paraurti e mascherina ridisegnati, fari avvolgenti sul parafango, con le estremità che piegano all'insù, nuove luci posteriori.
Se si trattasse soltanto di questo, ci sarebbero limitati motivi per visitare le concessionarie Saab che, dal mese di ottobre, commercializzano la versione ristilizzata della 9-3, nelle varianti berlina, station (detta SportHatch) e cabrio.
Invece, oltre alle modifiche estetiche, c'è una novità sotto il cofano: un motore turbodiesel, quattro cilindri, 2 litri, a doppio stadio, capace di 180 CV (a 4000 giri) e 400 Nm di coppia a partire da 1850 giri.
Una curiosità: il propulsore è d'origine italiana, ultimo frutto della cooperazione tra il gruppo Fiat e la General Motors (parent company di Saab), prima del divorzio che separò i destini delle due Case nel 2005.
Infatti, una versione simile di questo motore, leggermente più potente (190 CV), sarà impiegata su diversi modelli del Gruppo italiano, a partire dalla Lancia Delta, dall'estate 2008.
Ecco come funziona.
Accanto alla normale turbina ne agisce una più piccola, che entra in funzione ai regimi di rotazione inferiori per erogare più coppia in basso: 320 Nm già a 1500 giri, 400 da 1850.
Il motore non è da spinte poderose: s'è voluto piuttosto ricercare l'omogeneità e la progressività, senza far avvertire il passaggio da una turbina all'altra.
Mentre ai bassi regimi funziona soltanto la turbina più piccola, tra 1500 e 3000 giri lavorano entrambe, così da assicurare una transizione graduale alla fascia sopra i 3000 giri, dove entra in funzione solo la turbina più grande.
Il risultato è una guida rilassante: silenziosa, alla 9-3 basta un filo di gas per riprendere velocità.
Un consiglio: secondo noi può valere la pena sborsare il sovrapprezzo per il cambio automatico-sequenziale a sei rapporti: questa trasmissione esalta le doti del motore assai meglio di quella manuale, sempre a sei marce.
La turbodiesel da 180 CV, tuttavia, non sarà ordinabile fino a novembre e le prime consegne sono previste tra fine anno e inizio del 2008.
Stessi tempi per un'altra novità: la 2.8 turbo a benzina con potenza portata a 280 CV e un inedito sistema a quattro ruote motrici interamente sviluppato in casa dalla Saab.

Leggi tutto l'articolo