Sabato ore 18, presso la libreria Il libraccio di Savona, Il Vangelo secondo Stephen King, di Alessandro Tenaglia

POSTFAZIONE Stephen King è uno scrittore di culto, e ha in tutto il mondo una folta schiera di appassionati e fedeli lettori.
It è generalmente riconosciuto come il suo romanzo più importante, e per questa schiera di adepti toccare It ha a che fare, sempre, con la profanazione di un idolo sacro.
Il percorso seguito in questo scritto su Stephen King e su It è sicuramente un percorso inconsueto.
Senza fare un lavoro specifico di analisi letteraria, in questo percorso si è partiti dal tema centrale di tutta l'opera di King: la paura.
Senza forzature, esaminando da vicino quel che King scrive, dalla paura si è passati al tema del diavolo e a quello del male.
Nella ricerca intorno a questi temi, ci siamo occupati di magia e alchimia come armi contro il male.
Sempre seguendo quel che King stesso scrive, la chiave psicoanalitica ha avuto uno spazio importante.
Centrale davvero però è stato l'incontro con la Bibbia e tante storie e personaggi importanti in essa contenuti visti attraverso gli occhiali del nostro Scrittore, ma non solo, aiutati da diversi riferimenti ellittici per capire meglio di cosa si parla di volta in volta.
Altro tema forte, sia da un punto di vista psicoanalitico che biblico che narrativo, è quello del tempo, dei tempi della vita, dell'infanzia-adolescenza e della maturità.
Dai temi della vita che si intrecciano col tema del male con gli interrogativi che nascono in questo intreccio, si è passati a predestinazione, profezia, fede problematica.
E infine, dopo tante metafore, avventure, magie, riti, racconti, miti, alla fede come naturale possibilità razionale.
E chi mai se lo sarebbe aspettato leggendo un romanzo di genere?      

Leggi tutto l'articolo