Sacchi d'immondizia

Come ben sapete, noi siamo buonissimi, come la bambina della pubblicità dei famosi cioccolatini, per questo ci meritiamo tanti Baci.
Dicevamo, essendo buonissimi, noi vogliamo bene a tutte le persone, compreso il Mascalzone, anzi, di più, vogliamo bene a tutti gli esseri viventi, quindi anche a Calderoli.
Vogliamo bene anche alla Brambilla che come le piante grasse sono belle e non hanno bisogno di grandi cure.
Restano esclusi frattini e mantovano (AN) che sono morti da tempo, ma ancora nessuno glielo ha detto e quindi continuano a vagare per l'Europa come il famoso spettro di Marx, con l'aggravante di non essere comunisti.
Escluso anche brunetta, poichè affezionarsi all'eco è cosa complicata.
E quello che ci affligge di più è il fatto che tutto questo amore non è ricambiato.
Non solo a livello italiano, ma anche a livello europeo, c'è un nutrito gruppo di loschi personaggi che ci odia.
Gruppo, fra l'altro, che non ci odia in proprio, ma in conto terzi, o più esattamente in subappalto.
Sono i rappresentanti dei Governi (quasi tutti) che indossata la livrea del maggiordomo, hanno l'unica preoccupazione di compiacere Lorsignori, camuffandosi da grandi statisti.
Cavour come berlusconi.
Giolitti come borghezio.
Nitti come la russa.
(Tutti ovviamente minuscoli).
La differenza salta agli occhi: i primi sono finiti sui libri di storia i secondi sarà grasso che cola se non finiscono nell'elenco degli ospiti di S.Vittore, in un ricovero per psicopatici, in un centro di recupero per celebrolesi, nell'ordine.
Ma non sono soli, sono in ottima compagnia di francesi, inglesi, tedeschi e sù sù europizzando.
La loro colpa maggiore è essere incurabili bugiardi, o peggio, mistificatori.
Industriali della bugia al servizio degli industriali veri.
Industriali veri la cui colpa maggiore non è avere le tasche piene dei soldi degli altri (il che sarebbe sufficiente per essere odiosi) ma avere le mani lorde di sangue.
Ma per presentarsi in pubblico hanno bisogno di lavarsele, non con il sapone, come fanno gli assassini normali, ma con le leggi e l'ordine costituito, e per fare questo hanno bisogno dei "grandi statisti".
Assassini e complici in assassinio premeditato.
Una bella combutta.
C'è un nesso terribile tra la decisione dell'Unione europea di liberalizzare l'orario di lavoro e l'ennesima strage di ieri che ha lasciato sul campo almeno nove operai, nove persone.
E il nesso si chiama liberismo.
Nella seconda metà dell'Ottocento, strage dopo strage, prese corpo la Festa del l° Maggio.
Il movimento partì negli Stati uniti [...]

Leggi tutto l'articolo