Safilo, nel 2017 stima vendite in calo

(Teleborsa) - Safilo ha esaminato in data odierna le vendite preliminari del Gruppo per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 che indicano che le vendite nette totali di Safilo hanno raggiunto 1,047 mld di euro, in contrazione di 194 milioni di euro a cambi costanti rispetto all'esercizio 2016.
Il calo delle vendite riflette sia la transizione di Gucci da licenza a contratto di fornitura, per un totale di 155 milioni di euro (-12%), sia l’implementazione ad inizio anno del nuovo sistema informativo per la gestione globale degli ordini e del magazzino.La gestione di questo evento ha generato oneri straordinari pari a circa 4 milioni di euro.
Le vendite delle collezioni Dior hanno registrato un decremento, dopo diversi anni di crescita straordinariamente forte.
Complessivamente, gli altri marchi in licenza e i principali marchi di proprietà sono cresciuti a una cifra percentuale.
Le vendite nette del portafoglio dei marchi in continuità sono diminuite del 3,9% a cambi costanti.
Nel quarto trimestre del 2017, le vendite nette totali preliminari sono risultate pari a 249,2 milioni di euro, in calo di 53 milioni di euro a cambi costanti rispetto allo stesso periodo del 2016.  Safilo si attende che la redditività dell’esercizio sia influenzata dal rallentamento delle vendite in qualche modo più marcato del previsto nel quarto trimestre, con un EBITDA adjusted preliminare tra 38 e 40 milioni di euro per l’intero esercizio 2017.
In considerazione della naturale scadenza, a luglio 2018, della Revolving Credit Facility in essere, il Gruppo ha iniziato a discutere il rifinanziamento con le principali banche finanziatrici.

Leggi tutto l'articolo