Sala, senza immigrati Milano si ferma

(ANSA) – MILANO, 7 GEN – “Dobbiamo avere la consapevolezza che senza immigrati la città si ferma.
Anche per questo, è necessario un piano nazionale, attraverso il quale attuare politiche sociali e di inclusione che consentano anche ai migranti di contribuire alla crescita della città che li ospita”.
A dirlo è il Sindaco di Milano Beppe Sala, in un’intervista al mensile Domus, pubblicata nel numero di gennaio da domani in edicola.
“Essere una città aperta e internazionale significa anche accogliere chi scappa dal proprio Paese per fuggire alle guerre o decide di costruire qui un futuro migliore per sé e la propria famiglia.
Questa capacità – sottolinea Sala – è uno degli elementi di forza di Milano, dove il 19 per cento della popolazione è di origine straniera, contro il nove per cento nazionale”.