Salame ritirato dal mercato: contaminato da Salmonella Derby

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro completo dal mercato in data 11 marzo 2019 del salame Citterino, prodotto da Giuseppe Citterio Salumificio S.p.A.
Come si legge nel documento pubblicato sul sito del dicastero, il richiamo è stato effettuato perché il prodotto "non è conforme ai criteri di sicurezza alimentari di cui al Reg.
2071/05 per presenza Salmonella Derby".
Il lotto interessato è il 3523-51.
Si tratta del salame Citterino, pezzo sfuso di circa 200 gr.
La Salmonella Derby è una variante della Salmonella.
Secondo un'indagine EFSA (European Food Safety Authority) il batterio Salmonella è la seconda causa di malattie di origine alimentare registrata in Europa.
Se il cibo è pesantemente contaminato da ceppi di Salmonella, può provocare la salmonellosi, malattia infettiva che colpisce l’apparato digerente, e si manifesta con vomito, nausea, diarrea, dolori addominali.
Sempre secondo quanto riporta l'EFSA, le infezioni da Salmonella si manifestano sotto forma di gastroenterite da lieve a grave, che può essere letale in alcuni particolari soggetti.
Recentemente sono state interessate dal ritiro dal mercato le farine di grano tenero tipo 00 del marchio Selex e del marchio Cuore mediterraneo, per presenza dell’allergene soia, quale sostanza allergizzante, non dichiarata in etichetta, sebbene sulla confezione sia riportata la dicitura: ‘prodotto in uno stabilimento in cui si utilizza soia’.
Il prodotto dunque non è adatto alle persone allergiche alla soia.

Leggi tutto l'articolo