Salernitana: battere il Pisa per dimenticare subito il ko con la Triestina

// Cerchiamo siti amici che ci Linkano il Banner in modo permanente http://www.sportcinema.it – Grazie.
Salernitana: battere il Pisa per dimenticare subito il ko con la Triestina.
Salerno 25 settembre 2008 by Mimmo Scafuri SALERNITANA 2008?2009 Informazioni sulla foto: Arturo Di Napoli (re Artù) ? Salernitana La sconfitta di martedì sera contro la Triestina brucia ancora, nessuno ne parla ma la voglia di dimenticare in fretta accompagna non solo la tifoseria ma l’intera squadra.
Mister Castori, infatti, sta preparando la sfida contro il Pisa con grande meticolosità, la squadra di Ventura è un cliente molto difficile per tutti, per giunta anche "arrabbiato" per la sconfitta interna contro il Vicenza, insomma è un leone che si lecca le ferite ma che sicuramente non è morto.
Il tour de force di questo periodo, inoltre, crea inevitabilmente anche problemi di carattere fisico, giocare ogni tre giorni senza poter effettuare i canonici allenamenti infrasettimanali, comporta l’aumento di problemi muscolari e fisici per i calciatori.
Il trainer granata, difatti, è molto preoccupato per le condizioni di Pestrin, ancora alle prese con le terapie, di Soligo, che anche ieri si è allenato a parte, di Peccarisi, che lamenta una preoccupante infiammazione, dulcis in fundo di Sasà Russo che è stato messo out da una fastidiosissima colica renale.
Per fortuna il resto della squadra non lamenta nessun acciacco anche se la fatica accumulata rende più difficile la ripresa completa delle forze, bisogna, dunque, stringere i denti ed andare avanti senza pensare al calendario, che purtroppo prevede ancora per i granata ben tre gare in sette giorni, considerato che martedì prossimo dovrà scendere in campo per la Coppa Italia contro il Sassuolo.
Per preparare questi sette giorni di fuoco, Castori ha deciso di portare la squadra in ritiro al Senta Cruz di Eboili, approfittando degli allenamenti ormai abituali al "Dirceu", una decisione molto saggia da parte del trainer granata che vuole evitare alla sua truppa inutili spostamenti, ma soprattutto pericolosi cali di concentrazione.
In questi due giorni di lavoro e con l’orecchio rivolto all’infermeria, Castori cercherà di studiare meglio le condizioni dei singoli, per poi poter scegliere gli undici da mandare in campo contro i toscani, ovviamente giocherà chi starà meglio sia fisicamente che mentalmente.
I tifosi, intanto, dopo la doccia fredda di martedì sera, si sono già mobilitati per sostenere la squadra in questo match molto delicato, mai come in [...]

Leggi tutto l'articolo