Salina, capperi, malvasia e...

di Linda Sidoti* Salina continua a confermarsi una delle mete preferite dei vacanzieri che scelgono di trascorrere le proprie vacanze alle Eolie, nonostante si parli e straparli di crisi economica, aumento della propensione al risparmio,riduzione degli svaghi da parte dei vacanzieri.
Eppure, la notizia è di ieri, il 60% degli italiani andrà in vacanza ad agosto e una delle mete più gettonate quest’anno è la Sicilia.
Le Eolie sono una della mete più ambite, e Salina non è da meno.
Salina regge la sfida con le altre isole e con la Sicilia perché offre delle formule particolari di turismo: dai percorsi eno-gastronomici  agli itinerari naturalistici al’interno dell’unica riserva naturale delle Eolie, quella del Monte Fossa delle Felci e dei Porri, dalle fantastiche spiagge e cale lungo le quali ci si può immergere in un’acqua cristallina premiata anche quest’anno con le 5 vele di Legambiente.
Ma  Salina offre molto altro.
Si può passeggiare lungo il corso di S.
Marina Salina e ammirare i tanti negozietti  dalle pareti colorate che offrono un’ampia scelta di abiti, gioielli e suppellettili vari.
Proprio passeggiando per le vie principali del paesino, ci si può imbattere in un trio che suona e canta facendo divertire i numerosi passanti, magari rievocando testi e musiche che, per i più grandi, è come fare un salto nella propria giovinezza.
Anche le iniziative culturali, nel piccolo Comune di Salina, non mancano: si può assistere alla presentazione di volumi e mostre pittoriche presso la libreria e galleria Amanei, ma anche presso le sale polifunzionali che il Comune mette a disposizioni degli artisti.
Interessanti sono le visite guidate presso i siti archeologici e nel museo civico di Lingua, in particolar modo quelle in notturna, magari accompagnati dalle note di un duo di archi o di un quintetto di clarinetti che sapientemente sono stati ideati  e offerti gratuitamente a tutti coloro che vogliano vivere queste esperienze.
Sempre sulla scia degli eventi culturali, è da segnalare la famosa “Terrazza de 12 agosto” che ormai rappresenta un appuntamento importante nel panorama delle serate salinesi: quest’anno si potrà assistere ai concerti di Ezio Bosso, compositore, tra l’altro, della colonna sonora del film “io non ho paura” di Salvatores, dei Faraualla, un gruppo vocale composto tutto da donne e del figlio di Claudio Baglioni, Giovanni, esperto e virtuoso suonatore di chitarra.
Ma non mancano anche i divertimenti: si spazia da serate di musica folkloristica e di liscio, durante le quali [...]

Leggi tutto l'articolo