Salina, dopo l'incidente all'aliscafo Siremar, il comandante Politi ha aperto una indagine

Salina - Ancora un incidente nel mare delle Eolie.
Stavolta è stato l'aliscafo "Platone" della Siremar che si è schiantato contro il molo di Santa Marina.
A bordo tra i sei componenti dell'equipaggio, comandato da Andrea Pollicino e l'unico passeggero in procinto di sbarcare - per fortuna  - non vi sono stati feriti.
Il mezzo proveniva dal porto di Rinella, sempre nella stessa isola di Salina ove erano sbarcati 32 passeggeri.
Il comandante Pollicino appena entrato nella rada portuale aveva fatto ridurre la velocità, ma il mezzo non si è arrestato e si è schiantato sul molo.
In pratica si è incagliato con la prora di destra sopra il molo.
Tra le persone che erano in attesa del mezzo sull'imbarcadero - ovviamente - ci sono stati attimi di panico, ma poi le preoccupazioni in un certo senso si sono alleviate, nel momento in cui le sette persone che erano a bordo sono uscite sane e salve.
Adesso nell'isola è mobilitazione totale per evitare che l'aliscafo possa affondare e soprattutto possa inquinare la rada portuale, considerato che il serbatoio è pieno di carburante.
Da Lipari alla volta si Salina sono subito partiti il tenente di vascello dell'Ufficio Circondariale Marittimo Luca Politi e capo Massimo La Fauci con la motovedetta "cp566" e con il gommone "Alfa 5" capo Alessandro Boselli.
Il comandante di porto ha subito aperto una indagine amministrativa e relazionerà al sostituto procuratore del tribunale di Barcellona Domenico Musso.
Dalla sala operativa il coordinamento è stato curato dal sottocapo £' Classe Andrea Amato.
Anche i carabinieri della stazione di Santa Marina Salina, al comando del luogotenente Gimmi Stefani si sono subito adoperati per mettere in sicurezza la zona.
La guardia costiera ha subito fatto "imbracare" il mezzo e delle panne saranno utilizzate per evitare l'inquinamento.
In piu' si procederà ad eliminare tutto il carburante per evitare che possa finire in mare.
Si è anche in attesa dell'arrivo di un pontone che dovrà procedere alla rimozione dell'aliscafo "Plotone".
Il comandante Politi ha emesso subito una ordinanza per "chiudere" la zona portuale di Santa Marina Salina.
Gli aliscafi della Siremar, della Usitca Lines e i traghetti della società di Stato e della Ngi sono stati "dirottati" nel porto di Rinella, sempre nella seconda isola delle Eolie.
Lo stesso tenente di vascello Luca Politi ha aggiunto che è già stata attivata la procedura per il recupero della cosidetta "scatola nera" che sarà utilissima per comprendere quali saranno state le cause del nuovo incidente in mare.
E' [...]

Leggi tutto l'articolo