Salone Libro, spagnolo ospite d'onore

(ANSA) – TORINO, 6 MAR – Non sarà un Paese, ma una lingua – lo spagnolo – l’ospite d’onore del Salone del Libro.
Lo ha annunciato il direttore, Nicola Lagioia, presentando la 32esima edizione che si svolgerà dal 9 al 13 maggio al Lingotto di Torino.
“Partendo dal presupposto che i Paesi hanno un confine, ma la cultura no – spiega Lagioia – abbiamo deciso di ‘ospitare’ la lingua più parlata al mondo, lo spagnolo, che declineremo con un ampio programma pensato anche in collaborazione con l’Istituto Cervantes”.
Le Marche saranno invece la Regione ospite.
Il tema della kermesse sarà “Il gioco del mondo”, dal titolo dell’omonimo libro di Julio Cortazar.
“Cortazar ha fatto della mescolanza di culture la propria forza – spiega Lagioia – è nato in Belgio da genitori argentini, ha girato l’Europa per poi trasferirsi in Argentina a 5 anni e quindi a Parigi dove rimase fino agli ultimi giorni.
E’ tuttora, perché dei classici bisogna sempre parlare al presente, se non al futuro, un ponte tra due continenti e tra diverse culture”.