Salone internazionale svizzero delle “vacanze”.........per CHI? Parte III

Il comune di Termoli unitamente a quello di Campomarino e Montenero Bisaccia hanno partecipato al 13° Salone internazionale svizzero delle vacanze tenutosi in Lugano dal 30 ottobre al 1 novembre.
L'adesione all'evento organizzato per promuovere le destinazioni turistiche in SVIZZERA è costato al comune di termoli fino ad ora 2.560 euro.
Questa scelta è stata motivata : “si ritiene strategico portare, all'attenzione del pubblico internazionale di vacanzieri, l'offerta turistica tipica e caratterizzate il territorio costiero molisano, al fine di favorirne lo sviluppo economico rif G.C.”.
Stranamente il comune di Petacciato non ha aderito, forse promuovere le destinazioni turistiche in SVIZZERA non interessava.
Sindaco avv angelo Sbrocca Lei ha nel suo staff un “Capo Redattore ADDETTO STAMPA”, costo mensile 3.500 euro, gli domando nemmeno due righe sull'evento, una foto? La mia non è curiosità morbosa ma considerato che sono stati spesi soldi pubblici, dei cittadini, è DOVEROSO che gli stessi sappiano chi ha partecipato all'evento, chi ha preso l'aereo, ecc, ecc.
Una persona su dieci non ha NULLA, moltissime famiglie non riescono a conciliare il pranzo con la cena, molte mamme e/o papa devono decidere se comprare il pane o il latte per i propri figli e contestualmente spendiamo 3.500 (TREMILACINQUECENTO) euro per un “Capo Redattore ADDETTO STAMPA” per scrivere due post su “facebook”.
Infine sindaco avv Angelo Sbrocca l'altro membro dello staff 2.000 euro mensili ha assunto anche l'incarico di “funzionario” prendendo il VOLO.
P.S.
Dopo il Commissario ad ACTA , la Svizzera a Termoli manca solo il Papa....Papa Pio Tutto Ciro Stoico.

Leggi tutto l'articolo