Salvati da due guardie giurate

Cronaca di Falconara02/12/2006 I piccoli stavano dormendo e sono stati portati fuori in braccio L'incendio circoscritto con l'estintore e domato dai pompieri A Montemarciano decisivo intervento di due agenti della Vedetta Salvati da due guardie giurate Mamma e tre bimbi prigionieri nella casa che brucia MONTEMARCIANO - Da vigilanti a vigili del fuoco.
Mamma e tre bambini salvati dalle fiamme da due vigilanti dell'Istituto La Vedetta nel corso di un normale pattugliamento in via Gabella.
Erano circa le 23 di giovedì quando i vigilanti Davide Martarelli e Cristian Morosini si trovavano lungo la via collinare di Montemarciano si sono acorti di un incendio all'interno di una abitazione.
Un denso fumo nero, dall'acre odore, è stato il segnale che ha fatto la scattare l'allarme.
Proprio seguendo l'inconfondibile scia hanno notato che dalla finestra dell'abitazione al civico numero uno usciva fumo nero e denso.
Immediata la decisione di verificare cosa stesse accadendo.Più volte i vigilanti hanno bussato e chiesto ad alta voce se all'interno dell'abitazione vi fosse qualcuno e finalmente dopo un paio di minuti e comparsa una donna El-Tabli Souha, extracomunitaria, in grave difficoltà e spaventata.
Davide Martarelli e Cristian Morosini sono entrati in casa ed hanno visto le fiamme che nella cucina avevano già avvolto un mobile, la cappa e che stava intaccando la cucina a gas.
A questo va aggiunto che mentre le fiamme ed il fumo salivano la donna cercava di indirizzare i vigilanti verso una cameretta dove si trovano tre bambini ancora a letto a dormire.
Il tempo passava e la situazione prendeva sempre una piega peggiore, così gli operatori dell'Istituto di vigilanza hanno preso in braccio i tre bambini che inevitabilmente si sono spaventati perché passati dalla quiete del sonno al trambusto per farli uscire velocemente di casa e li hanno portati assieme alla mamma in una abitazione vicina, al sicuro.
Ma non è finita lì.
Mentre via radio hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco per qualche minuti i due vigilanti si sono improvvisati pompieri ed hanno fatto il possibile per spegnere l'incendio che inesorabilmente stava allargando il suo fronte.
Così con la famigliola al sicuro gli operatori hanno aperto le finestre per diminuire i fumo e aumentare nei limiti del possibile la visibilità resa quasi nulla dalla folte coltre che si era propagata per tutta la casa.
Seguendo un vero e proprio protocollo di intervento i vigilanti hanno chiuso il contatore del gas e per ulteriore sicurezza disattivato anche quello della [...]

Leggi tutto l'articolo