Salvi Al Bano e Da Vinci SANREMO 2009

Salvi Al Bano e Da Vinci Scritto da: Germano Antonucci SANREMO - L'annuncio arriva all'una e trenta.
Da stramazzare al suolo per la stanchezza.
Paolo Bonolis, al termine di un'altra puntata infinita, chiude il televoto e legge la busta:  Al Bano e Sal Da Vinci sono salvi.
Loro due rientrano in gara e, teoricamente, possono ancora aspirare a vincere il festival di Sanremo.
Vanno definitivamente fuori, invece, Afterhours, Tricarico, Nicolai-Di Battista e Iva Zanicchi (eliminata per un soffio).
Per loro, la delusione definitiva arriva dopo un'attesa sfiancante: per una volta, infatti, gli Artisti sono saliti per ultimi sul palco dell'Ariston.
DUETTI - Giovedì, infatti, è stato il momento delle Proposte.
Tutti in una serata.
Al fianco di ognuno dei dieci artisti in gara, si sono esibiti alcuni big della canzone italiana: da Pino Daniele, mentore di Silvia Aprile, a Lelio Luttazzi, che ha accompagnato l'acclamata Arisa; da Riccardo Cocciante, protagonista di un'esecuzione "allo specchio" con Filippo Perbellini, a Zucchero, Battaglia, Vandelli & Fio, che si sono scatenati sul palco con Irene.
Una delle accoppiate più riuscite è stata quella tra Karima e Burt Bacharach.
E poi Gino Paoli con Malika Ayane, Lucio Dalla con Iskra, Ornella Vanoni con Simona Molinari, Massimo Ranieri con Barbara Gilbo.
LA SERATA - Ad aprire lo show, era stata l'esecuzione dissonante e rabbiosa di Giovanni Allevi.
L'aveva promesso, del resto.
Poi, dalla scalinata dell'Ariston, è scesa la madrina della serata: Gabriella Pession.
Spigliata, l'attrice è apparsa a suo agio con Bonolis e Laurenti.
Più impalpabile la presenza del modello maschile, Thyago Alves.
Kevin Spacey ha cantato "Imagine" assieme a Bonolis, accostando Lennon a Obama: "E' il mio presidente" ha scandito l'attore, con fierezza.
Ultimo intermezzo: la lettera di Niccolò Ammaniti, letta da Giorgio Pasotti all'una e venti di notte.
Troppo tardi, per essere apprezzata.
A quell'ora, c'era appena la lucidità per chiedersi chi potesse uscire, tra la Zanicchi e Da Vinci.

Leggi tutto l'articolo