Salvini-Mattarella: eccolo lo scontro finale che deciderà il destino dell’Italia.

Ultima la riforma della Giustizia, che va avanti. Ormai su tutti i temi l’agenda la decide Salvini che vuole andare dritto allo scontro con l’Europa. Mentre i Cinque Stelle farebbero qualsiasi cosa per non andare al voto, e non perdere la poltrona.

Salvini ha richiuso nel cassetto, per ora, la pistola delle elezioni anticipate. A lungo e nervosamente accarezzata in questi giorni di timori sulla tenuta della maggioranza. A rassicurarlo la normalizzazione di Di Maio, che Salvini aveva posto come condizione per la prosecuzione della legislatura. Il nuovo contratto non scritto ma tacito tra Lega e Cinque Stelle prevede la precedenza nell’agenda di governo di tutte le priorità leghiste, derubricando di fatto le iniziative grilline a esigenze secondarie. Il Si alla Flat tax “per i ceti medi”, pronunciato da Di Maio è il segno di riconoscimento della dominanza leghista e di una minorità politica sopraggiunta col disastro del voto europeo. Eventuali elezioni anticipate avrebbero infatti co...

Leggi tutto l'articolo