Salvini ha fatto harakiri ma Pd e M5s possono resuscitarlo

Tra cinque stelle ormai svuotati e dem bicefali con Renzi sempre sugli spalti, il “capitano”, rivelatosi con la crisi di governo un sergente maggiore, potrebbe ritornare presto in sella.
Matteo Salvini si è suicidato ma non è morto e i suoi avversari sono loro malgrado così generosi che potrebbero aiutarlo a rimettersi in salute.
L’ultimo anno e mezzo ha visto la politica italiana all’ombra di Matteo Salvini e Matteo Salvini offrire ai suoi elettori vecchi e nuovi un monoprodotto, il no all’immigrazione. Su questo essenzialmente l’uomo si è affermato come leader della Lega prima e come politico nazionale poi.
È stata l’immigrazione l’unica realtà concreta e chiara offerta da Salvini in un castello di ipotesi confuse
Gli attacchi a Bruxelles e alla moneta unica servivano per far vedere che il “capitano” non aveva solo il no ai negher ma anche strategie più sofisticate, una visione insomma, alimentata da idee prodotte dal portabandiera dell’anti euro e padre dei minibot, Claudio Bor...

Leggi tutto l'articolo