Salvini, no scambio Tav e voto su di me

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – “Lascio che ciascuno dei senatori legga i documenti e decida se io ho bloccato gli sbarchi, cosa che continuerò a fare, per la sicurezza degli italiani o per altri ragionamenti.
Uno scambio Tav contro Diciotti? No, questa è la vecchia politica.
Io faccio il ministro, continuerò a farlo con orgoglio.
Ognuno pensi a cosa vuole votare in Senato.
Io mi alzo e lavoro tranquillo”.
Così il vice premier Matteo Salvini al giornale Radio Rai su Radio 1 sul voto in giunta al Senato per l’autorizzazione a procedere nei suoi confronti.