Salvini tentato dalla strappo: Tav e trivelle le “scuse” per rompere

Il ministro dell’Interno è irritato dall’autonomia di Conte e medita di staccare la spina.Ma. Il Nord incazzato è il vero grande problema di Lega Cinque Stelle.Per Salvini non potrebbe esserci smacco peggiore di trovarsi a difendere il governo dai Sì Tav e dalla protesta del popolo delle partite Iva. Per Di Maio, sarebbe dura giustificare al Sud l’autonomismo settentrionale. E lo stallo, per una volta, non conviene a nessuno. Un bel rebus.
Ce lo eravamo chiesto lo scorso anno e continuiamo a chiederlo anche oggi: come può un governo diviso su tutto continuare a governare insieme? Ogni giorno sembra essere arrivati al capolinea. Anche oggi nuove frizioni all’interno della maggioranza giallo-verde agitano la politica, mentre il Parlamento rimane bloccato in attesa che si trovi, l’ennesima, intesa. E tutto viene rinviato.
Il decreto su reddito di cittadinanza ma anche Quota100 non saranno discussi nel cdm convocato per oggi, forse se ne riparlerà la prossima settimana. Ufficialmente è “c...

Leggi tutto l'articolo