Sam Smith, musica è mio diario oscurità

(ANSA) – MILANO, 2 NOV – “La musica è la parte più vulnerabile di me, il diario dei miei pensieri oscuri”.
Sam Smith presenta il suo secondo atteso album, ‘The Thrill Of It All’, in uscita il 3 novembre.
A Milano per partecipare a X Factor, il cantautore inglese ha parlato del disco che segue i 12 milioni di copie e 4 Grammy del debutto ‘In The Lonely Hour’: “Quel disco parlava di solitudine ma c’era una dolcezza, esprimeva il mio desiderio di affetto.
Questo album per me è molto più oscuro, quasi autodistruttivo: non mi piacevo mentre lo scrivevo e il risultato è una ferita aperta”.
Le 14 tracce, anticipate dal singolo ‘Too Good At Goodbyes’, fanno anche i conti con la fama: “Questa è la storia di come ho reagito alla celebrità e di come la mia relazione sentimentale ne sia uscita distrutta.
Per me ogni volta che entro in studio è come una sessione di terapia: l’oscurità e la malinconia sono le sensazioni che accendono la mia creatività.
Anche nella musica che ascolto o nei film che guardo mi stimolano le storie tragiche”.