San Giovanni in Fiore - È vergognoso e irrispettoso strumentalizzare gli emigrati sangiovannesi periti nella tragedia di Mattmark in Svizzera.

Strumentalizzare la tragedia di Mattmark, avvenuta oltre mezzo secolo fa, il 30 agosto del 1965, in cui perirono sette emigrati sangiovannesi, per giustificare l’emigrazione attuale che approda in Italia, nel nome di una falsa accoglienza senza alcuna possibilità di reintegrazione reale, è, a dir poco, vergognoso e irrispettoso. Lo è, soprattutto, nei confronti delle vittime, ma lo è, altrettanto, e nei confronti dei parenti e amici delle stesse vittime, e nei confronti della comunità sangiovannese tutta.
Paragonare gli emigrati sangiovannesi del Novecento ai migranti di oggi, provenienti dall’Africa, Medio Oriente ed Asia, che approdano alle nostre rive, per poi finire sotto ai ponti, sotto ai semafori, nei ghetti ed essere sfruttati come schiavi dalla criminalità, è fuorviante. È un paragone che non regge!
Non regge per una serie di fatti. Prima perché il contesto storico, politico e sociale era diverso, e poi perché le modalità e le motivazioni dell’emigrazione dei sangiovannesi n...

Leggi tutto l'articolo