San Giovanni in Fiore - L’importanza degli antichi mestieri e del dialetto.

Un tempo a San Giovanni in Fiore si svolgevano numerosi mestieri legati alla vita quotidiana degli abitanti: contadini, fabbri, falegnami, sarti, ciabattini, tessitrici… Gli strumenti usati per svolgere questi mestieri erano molto semplici: zappe, pale, aratri manuali o a trazione, macchina da cucire a pedali, incudini, scalpelli, martelli, pialle, asce, ecc.
Molti di questi mestieri  antichi sono andati estinguendosi nel tempo, poiché oggi non hanno più quell’appeal  e quella originaria importanza economica, sono stati soppiantati dall’avvento della lavorazione industriale dei prodotti agricoli e artigianali.
Anticamente le donne sangiovannesi lavoravano all’uncinetto, realizzando centrini e piccoli pizzi che applicavano su tovaglie e lenzuola.
Erano molto brave anche a ricamare e a filare calze e maglie.
  Nell’epoca della globalizzazione, in cui Internet regna sovrano, dove le comunicazioni avvengono attraverso congegni elettronici che, da una parte sono il frutto di un progresso inevitabile, ma dall’altra ci tolgono il piacere di comunicare guardandoci negli occhi, parlare del dialetto può sembrare anacronistico.
Non è così: il dialetto fa parte del bagaglio culturale che ognuno di noi porta sulle spalle ed è l’inevitabile segno che ci fa dire che apparteniamo ad un certo luogo, ad un certo tempo e che ci identifica e ci colloca nel posto preciso della nostra storia personale.
Il dialetto rappresenta la nostra etichetta, le nostre radici, la nostra carta d’identità.
  Dimenticare tutto ciò è negativo, perché è una parte  delle nostre radici e della nostra memoria storica che viene meno.
  Allora recuperare le nostre tradizioni culturali, i nostri mestieri, il nostro dialetto,  riconoscere l’importanza delle nostre radici, ritrovare la memoria storica della nostra gente sangiovannese, considerare originale ed autentica la nostra identità territoriale… deve essere indiscutibilmente auspicato e realizzato.
  Ancora più urgente è difendere e promuovere gli aspetti più significativi di queste attività antiche presso le nuove generazioni in particolare, che, pur vivendo nel nostro contesto nativo, rischiano di non venirne più a conoscenza.
Un immenso patrimonio storico, quello sangiovannese, che rischia di essere totalmente dimenticato, sopraffatto dalla modernità e dalla tecnologia.
  Scoprire i valori delle tradizioni, usi e costumi che hanno fondato la nostra Cultura e caratterizzano la nostra Storia, deve consentire di instaurare con il passato un rapporto che possa [...]

Leggi tutto l'articolo