San Salvo, presentata la Scuola di Alta Formazione in Studi Sociali

Questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Scuola di Alta Formazione in Studi Sociali.
Erano presenti il sindaco Gabriele Marchese, l’assessore alle Politiche Sociali Giovanni Mariotti e la dirigente provinciale delle Politiche Sociali Francesca Rasetta.
Il Comune di San Salvo ha voluto ...
attivare una Scuola di sociale avanzato che segni il punto di arrivo di molteplici sperimentazioni concrete già attuate ed il punto di partenza di un nuovo spazio formativo in grado di rispondere alle numerose sollecitazioni provenienti dal tessuto sociale.
“È un sogno che si trasforma in realtà.
Si tratta di un progetto presente nel programma di mandato che riusciamo a concretizzare grazie alla partecipazione della Provincia di Chieti, della Regione e di numerose istituzioni che coinvolgerà, nel tempo anche le altre Province.
Il comune di San Salvo ha una rete di protezione sociale che pochi comuni possono vantare.
La nascita della Scuola è radicata proprio nell’impegno profuso da parte dell’Amministrazione comunale a partire dagli anni “90 che investendo risorse, competenze e tempo su una nuova idea di sociale è riuscita a consolidarla dando vita a sperimentazioni ed innovazioni – spiega il sindaco Gabriele Marchese.  Da queste esperienze ha preso forma l’idea della Scuola di Sociale Avanzato che, a questo punto, intende raccogliere i frutti del passato per investire su una nuova e più ampia dimensione delle politiche e delle pratiche sociali nel territorio regionale e nazionale: una dimensione del “sociale” che tenga conto anche dei nuovi orientamenti che si vanno consolidando nell’Unione europea cogliendo lo sforzo riformatore che attraversa tutto il sistema europeo del welfare e che vede nella ridefinizione del complesso dei diritti sociali di cittadinanza la grande chiave di svolta”.
La Scuola di Alta Formazione in Studi Sociali realizzerà iniziative, ricerche, percorsi educativi e formativi rivolti a tutte le categorie della società.
“Essa mira a caratterizzarsi per l’elevata qualità della propria offerta formativa diretta a dotare di conoscenze, di competenze, di metodologie e di strumenti tutti i professionisti del sociale e ad offrire occasioni di crescita e di sviluppo alle collettività locali.
La scuola ha tre macro-tipologie di utenti: i giovani diplomati e laureti che intendono operare nel settore delle professioni del sociale; i lavoratori che a vario titolo operano già nel sociale (i responsabili amministrativi e gli operatori sociali degli organismi del [...]

Leggi tutto l'articolo