San Salvo si prepara alla prossima stagione estiva

Il Comune di San Salvo si avvia ad organizzare l’imminente stagione turistica attraverso tutta una serie di progetti ed interventi che apporteranno notevoli innovazioni all’intero settore.
Il Sindaco Gabriele Marchese ha dichiarato: “Questo sarà un anno di svolta.
...Abbiamo dato avvio a cambiamenti notevolmente migliorativi per la Marina di San Salvo tesi a rendere la località rivierasca ancora più accogliente e meta di un turismo sempre più di qualità.
Si va dall’apertura del nuovo Porto Turistico ad un radicale miglioramento della viabilità e della fruizione di spazi verdi; dalla sistemazione dei punti di ritrovo e incontro destinati allo svago e al divertimento, alla riorganizzazione della raccolta dei rifiuti solidi urbani.
L’approvazione del nuovo Piano Spiaggia, inoltre, si traduce in una serie di novità delineate nei progetti che molti operatori turistici presentano per l’ampliamento e il miglioramento, in termini di varietà e qualità,  della gamma di servizi da offrire.
Sarà migliorato il Biotopo Costiero che si collocherà all’interno del Parco Nazionale della Costa Teatina come l’oasi verde e punto di riferimento della Marina di San Salvo sul piano naturalistico.
A breve partiranno una serie di lavori che cambieranno volto alla Marina: la pulitura delle aree tratturali, la realizzazione della pista ciclabile e anche la riorganizzazione dei parcheggi.
Nella convinzione che lo sviluppo turistico sia il futuro, stiamo lavorando anche a progetti a medio e lungo termine come la realizzazione di un Centro Benessere che consenta un notevole  prolungamento della stagione turistica, e quello, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, di spostare il baricentro del traffico verso la statale, in grandi contenitori che alleggeriscano il lungomare e lo conservino nella sua naturale bellezza.
Tutte le novità e le migliorie introdotte sia a livello di servizi che sotto il profilo ambientale consentiranno di rendere la Marina di San Salvo meta ambita per nuovi turisti ed itinerario preferito di quanti l’hanno già conosciuta”.

Leggi tutto l'articolo