Sant'Andrea di Còmpito (LU): Antiche camelie della Lucchesia

    Un maggior coinvolgimento delle ville, dove saranno organizzate delle vere e proprie mostre, la candidatura a far parte dei “Giardini di eccellenza” del mondo e la presentazione dei primi risultati di uno studio internazionale sulla salvaguardia del patrimonio delle cultivar.
Sono queste le novità di rilievo della 22° edizione di “Antiche camelie della lucchesia”, manifestazione dedicata alle piante coltivate nel Compitese fin dal XVIII secolo, promossa dal Comune di Capannori e dal Centro Culturale del Compitese con la collaborazione di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Apt, Camera di Commercio, Consorzio di Bonifica “Auser Bientina” e Società Italiana delle Camelie oltre ad altri soggetti.
Quest’anno la manifestazione si svolgerà negli ultimi tre fine settimana del mese di marzo: 12 e 13, 19 e 20, 26 e 27.
Sono attesi, come a ogni edizione, migliaia di visitatori che giungeranno da tutta Italia e da alcuni Paesi del mondo per visitare i borghi storici di S.
Andrea e Pieve di Compito e le ville delle colline nord e sud.
Il programma delle iniziative sarà più che mai ricco; proprio in questi giorni gli organizzatori stanno definendo gli ultimi aspetti.
“La manifestazione rappresenta un prezioso veicolo di promozione del territorio, che lega gli aspetti botanici a quelli paesaggistici e culturali – afferma il sindaco, Giorgio Del Ghingaro -.
Le ‘Antiche camelie della lucchesia’ sono una delle eccellenze di Capannori, conosciute anche oltre i confini nazionali.
A dimostrazione di questo, oltre agli apprezzamenti che ci giungono dai visitatori, c’è il sempre maggiore interesse da parte degli esperti del settore, che giungono nel Borgo delle Camelie per studiare le piante che da secoli vengono preziosamente coltivate.
Oltre a questo apprezziamo la più stretta collaborazione con le ville storiche del territorio, di cui la nostra amministrazione comunale ha da sempre creduto, che permetterà di valorizzare questo patrimonio.
Un ringraziamento particolare, oltre a tutti i soggetti coinvolti nell’organizzazione della manifestazione, va ai volontari del Centro culturale del Compitese, che ogni anno si impegnano profondamente nella realizzazione di questa manifestazione”.
“Quella che stiamo organizzando è una delle edizioni delle ‘Antiche camelie della lucchesia’ che si presenta più ricca di novità – aggiunge l’assessore alla cultura, Leana Quilici -.
Quest’anno abbiamo puntato a un maggiore legame con tutto il territorio, rafforzando [...]

Leggi tutto l'articolo