Sant'Antonio Abate: Droga in camera da letto, in carcere

SANT’ANTONIO ABATE.
Lotta allo spaccio di stupefacenti nel fine settimana.
In tre distinte operazioni nell’hinterland partenopeo, in particolare a Portici, Castellammare e Sant’Antonio Abate, sono state arrestate tre persone.
A Sant'Antonio Abate i carabinieri hanno arrestato per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio Rocco Antonio De Lorenzo, 25 anni, già noto.
Il giovane è stato notato a piedi in via Roma.
Fermato per controlli e perquisito, i militari lo hanno trovato in possesso di 16 dosi di cocaina per 6 grammi di peso e di 100 euro in denaro contante ritenuti il provento dell’illecita attività.
Da qui la perquisizione anche dell'abitazione del 25enne: in camera da letto sono state trovate 2 dosi di cocaina, 490 euro in denaro contante ed un cofanetto con 30 grammi di sostanza da taglio con tracce di eroina.
A questo punto il controllo è stato esteso anche al suo ciclomotore, nel giardino di casa: sotto la sella erano stati nascosti altri 15 grammi di cocaina.
Il 25enne è in attesa di rito direttissimo.
A Portici, con la stessa accusa i carabinieri hanno arrestato Giorgio Francesco Vitiello, di 19 anni.
Il giovane domiciliato ad Ercolano e già noto, è stato notato in via Dalbono in sella ad uno scooter Honda Sh, in atteggiamento sospetto.
Controllato dai carabinieri e sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 25 grammi di cocaina.
Infine a Castellammare di Stabia i carabinieri hanno arrestato Antonio Ciro Bozzetti, 43enne del luogo, sorpreso in viale Don Bosco dai militari dell’Arma mentre vendeva stupefacente ad alcuni acquirenti.
Bloccati e perquisiti sono stati trovati in possesso di 3 dosi di cocaina.
Gli acquirenti sono stati segnalati alla Prefettura quali consumatori di stupefacenti, mentre per il 43enne, in attesa di rito direttissimo, è scattato il fermo.
Giornale di Napoli

Leggi tutto l'articolo