Sarà poi vero che i social vogliono Savona?

Sarà poi vero che i social desiderano l’economista Paolo Savona, come vorrebbero sostenere alcune testate giornalistiche, oppure è l’ennesima campagna mediatica a favore di un personaggio che rappresenta i poteri forti?
Un tam-tam del mainstream cominciato subito dopo che al Quirinale hanno alzato, giustamente, qualche perplessità sull’economista mentre i media vorrebbero far credere ai propri lettori che, Paolo Savona, sia una persona contro-corrente e fuori dai giochi quando, invece, è ben radicata all’interno dei meccanismi delle lobby e dell’élite (o casta se volete) per danneggiare gli oppressi.
Un diabolico gioco dove i carnefici fanno la parte delle vittime. E dove assistiamo quotidianamente ai vari lacché dei poteri forti che cambiano, opportunisticamente, strategia a fronte di una débâcle economica complessiva.
Un gioco pericoloso che porterà più celermente al collasso un paese già fortemente penalizzato da politiche economiche liberticide, camuffate da democratiche, portat...

Leggi tutto l'articolo