Sarò più semplice [Amo certe coincidenze]: Voltaire^

Avevo da poco pubblicato una frase di Voltaire nel post facciarossapanzapiena sicuramente di grande appeal e meno nota al popolo del web  ed ecco che la ritrovo come Visual dei nuovi volumi di Storia della Filosofia  curati da Umberto Eco allegati all'Espresso da ieri.
Ama la verità, perdona l'errore ..
  Non vi chiedo se leggete l'Espresso o se acquisterete quei volumi autunnali   piuttosto la frase  mi ricorda l'ipnotico Quadrato di Sator Rebus e  concetti fascinosi, stringhe speculari e  simbolismi contemporaneamente presenti nell’oggetto che l’osservatore può cogliere soltanto separatamente, ciclicamente Misteri confusionali e iniziatici che celano dogma e verità Una come si confà ai misteri della fede   SATOR AREPO OPERA ROTAS ..e mesostici MERDE! * AMa la vERità perDona l'Errore   Nella frase ci sono 4 elementi : due verbi inclusivi e due sostantivi opposti Amare/Perdonare; Verità, Errore i due verbi soprattutto racchiudono concetti e azioni importanti, l'amore o il perdono di chi ama, il perdonare compenetrato nell'amore e anche se l'amore può non avere a che fare nulla col perdono e viceversa, si sa amare, non c'è dubbio e per amore del vero e della verità; nei due opposti invece il senso delle cose vere o false, la dualità del giusto o sbagliato, del bene e del male, la scelta e di nuovo l'amore e  la verità che si fa amare più facilmente dell'errore.
 Tuttavia la Conoscenza (verità) non contiene forse anche la conoscenza dell'errore e a fianco della stessa possibilità di sbagliare (errore) una verità che decade? E' il Sacrificio del concetto di verità per l'errore Siamo forse intransigenti verso chi dice una verità? Quanto siamo disposti a perdonare giustamente un errore dopo aver scoperto la verità.
Amare la Verità e riconoscerla tale può andare d'accordo col perdono di un errore? O è solo una paradossale tolleranza  dell'errore che c'incastra malamente nell'espressione più vera della Libertà?.
Se poi fosse come nel sator rotas Ama l'errore e perdona la verità quanti pregiudizi e imbarazzi incontrerebbe la "felice" espressione di Voltaire ..
  mIS^   .
   

Leggi tutto l'articolo