Sara Tommasi su Fb: "Sono tornata, basta serate. Solo vita sana”. E si scaglia contro chi l'ha definita drogata. E' solo montatura per il gossip?

Sara Tommasi è tornata e sembra essere risorta dalle ceneri come la Fenice.
Qualche tempo fa aveva sollevato molta preoccupazione, soprattutto tra i fans, la notizia della sua scomparsa anche se in realtà sembra che l'ex showgirl fosse stata portata dalla madre in una località segreta ai media per dare un po' di tranquillità alla figlia ed infatti su Fb era apparso questo messaggio "Per tutti coloro che scrivono con affetto per sapere notizie di Sara Tommasi e anche per quei giornali e siti che, nonostante la richiesta di silenzio stampa invocata dalla madre Cinzia, continuano a chiedersi dove è finita Sara: Sara sta molto meglio, è in netta ripresa, mangia e ha messo su qualche chiletto, ragiona bene, è serena e tra qualche giorno i medici la dimetteranno dalla clinica dove è ricoverata.
Poi toccherà a lei cambiare vita e dimenticare certe abitudini nocive… State tutti tranquilli… il peggio è passato… Grazie".
Sara ora è uscita ufficialmente dalla clinica di riabiltazione e sembra voler dire basta alla vita spericolata fatta fino ad ora e dedicarsi ad una vita più sana anche dal punto di vista professionale.
Questo è il messaggio che ha scritto sulla sua bacheca di Facebook qualche giorno fa "Cari fans, SONO TORNATA! Niente più serate, solo vita sana!!! E un saluto in particolare a Fabio De Luigi, visto che c'è una mia bellissima e carissima amica che vorrebbe conoscerlo.
Tale persona mi contatti in privato.
Mi sono dimenticata di salutare Lele Mora (a Verissimo sabato scorso è stato splendido) e al direttore Claudio Brachino, che ho visto aggirarsi in via del Babbuino: quando vuole è il benvenuto.
Ancora tanti bacioni miei fans!!! Saretta".
Secondo voi si tratta solo dell'ennesima montatura da gossip? O riuscirà veramente ad uscire dal momento buio che sta attraversando?
"ma chi è questa? ma chi la conosce ?cosa sa fare?ma che ne parlate a fare?"

Leggi tutto l'articolo