Saw Doctors To Win Just Once The best of

Se con una domanda brutale a bruciapelo vi chiedessero qual'è il gruppo irlandese che ha avuto il maggior successo all time nelle classifiche irlandesi immagino già i vostri cervelli al ripasso della discografia degli U2.
Ovviamente non è il caso se no non sareste finiti in questo post: ebbene sì i Saw Doctors con I Useta a lover sono i detentori con ben nove settimane al primo posto delle Irish charts.
Immagino che pochi sappiano chi diavolo siano costoro, anche se molti lettori di questo blog so che sanno! Un istituzione in Irlanda, in attività da circa vent'anni, una discografia di sette album di studio, un paio di live e un paio di antologie, un'intensa attività dal vivo, una carriera con picchi e valli: un inizio clamorosamente ricco di successi, un lungo periodo oscuro di ritorno al settore "cult bands" e di nuovo ai vertici delle classifiche negli ultimi due anni.
La musica però è rimasta sempre di buona qualità, orecchiabile, antemica, fortemente e ovviamente influenzata dalla musica celtica, ma anche dal punk, dai Clash, da Springsteen, tutte sane qualità.
Con questa nuova antologia sono andati sparati al primo posto delle classifiche irlandesi: ventidue brani contenuti in un CD pubblicato dalla Universal Irlandese e quindi non facilmente reperibile, come il resto della discografia, nelle nostre lande.
Varrebbe la pena di fare lo sforzo e sareste premiati da un album che apre con il celtic punk dell'iniziale About you now, numero uno nel 2008, velocissima, sparatissima, immaginate i Pogues in overdrive, o i Sex Pistols alle prese con delle melodie celtiche, per i più colti Undertones o Stiff Little Fingers, o i Doll by Doll del giovane Jackie Leven, e siamo solo al primo brano.
Si prosegue con la deliziosa e coinvolgente N17, fisa, ritmo e pubblico che canta all'unisono con la band, dal vivo, questa versione è spettacolare.
Last Summer in New York è rock allo stato puro, qualcuno li ha accomunati a Bruce Springsteen dicendo che fanno musica locale con uno spirito universale, perfetto e quel sax profuma di New Jersey.
She loves me she loves me not è la più recente, estate 2009, solo numero 2, un altro singolo perfetto, pura musica pop con quel piccolo quid in più.
Il lato folklorico è illustrato perfettamente dall'evocativa Green and Red of Mayo, arie celtiche, cornamuse e un sitar elettrico fusi alle perfezione con le voci di Leo Moran e Davy Carton, i due leader del gruppo, che vanta nelle sue fila anche Anthony Thistlethwaite, al basso e sax, già con i Waterboys (strade che si incrociano i Saw [...]

Leggi tutto l'articolo