Scandalo Mondiali 2006, Beckenbauer respinge le accuse ma… "Firmai documenti alla cieca"

Quello che sta vivendo Franz Beckenbauer non è un momento propriamente esaltante.
L'ex fuoriclasse tedesco infatti, è finito nel mirino del Comitato Etico della FIFA perchè avrebbe acquistato dei voti al fine di garantire alla Germania l'organizzazione del Mondiali del 2006.
Tra le accuse che in Germania sono state mosse al Kaiser, c'è anche quella di aver trovato un accordo per il sostegno dell'ex presidente della Concacaf, Jack Warner, in cambio di alcuni servizi.
LEGGI DI PIU': Suarez: Platini ricorre al TAS | Blatter sta meglio, dimesso Beckenbauer, parlando alla Suddeutsche Zeitung, ha spiegato: "Questa sono accuse false, noi non avevamo soldi.
E' vero che siamo andati in giro, a Trinidad o altrove non certo per bere un caffè, ma volevamo solamente mostrare il valore della nostra candidatura".
L'ex capitano e ct della Germania ha anche aggiunto: "Spesso mi è capitato di firmare documenti alla cieca.
Chiedete ai dirigenti del Bayern, era così anche quando ero presidente del club.
Non si può credere che io abbia letto ogni singolo accordo o documento, so che per qualcuno la cosa è incomprensibile ma è così.
Se mi fido di qualcuno e mi chiede di firmare io firmo".

Leggi tutto l'articolo